Club di Cascina. la Fede nasce dall’ascolto: come mettersi in ascolto della parola di Dio.

Ortoprassi: un concetto per superare due modi talvolta alternativi di intendere la fede. Da un lato l’ortodossia che può sfociare in un dogmatismo impermeabile alle vicende umane. Dall’altro una fede focalizzata sulla morale che però potrebbe condurre a stabilire il primato dell’azione sulla contemplazione e quindi portare ad una azione non correttamente orientata. E’ intorno a questo concetto poco praticato che si è sviluppata la “lezione” formativa che il prof. Salani ha svolto presso il Serra Club di Cascina dal titolo: la Fede nasce dall’ascolto: come mettersi in ascolto della parola di Dio.

Figura di riferimento è la Madonna: Maria che ascolta l’annuncio dell’angelo e che si affida. Ma il suo affidarsi è un modello nel coniugare fede e prassi. Maria, insieme a ciò che umanamente appare inverosimile, ossia l’annuncio del concepimento verginale, ascolta anche l’annuncio del concepimento in età avanzata da parte della cugina Elisabetta. Ed è qui che la Sua fede si manifesta con la concretezza della prassi: non solo un “avvenga di me secondo la tua parola”, ma anche la decisione di una azione: mettersi “in viaggio in tutta fretta per la montagna verso la città della Giudea” dove abitava Elisabetta. E non era un viaggio da poco: da Nazaret, per andare in Giudea, si deve attraversare tutta la Samaria!

Prima di tutto, quindi, ascoltare. E’ Dio stesso, del resto, che ce lo chiede come lo ha chiesto ai discepoli dopo la trasfigurazione: “Questi è il mio figlio prediletto; ascoltatelo!” Ma è un ascolto contestualizzato nel mondo ebraico laddove ascoltare è riferito sempre ad un “ascolto realizzante”. E’ un mettersi alla sequela di Gesù che appena disceso dal monte della trasfigurazione agisce e guarisce l’epilettico.

Ma se la fede nasce dall’ascolto, a noi ci si presenta intanto un primo interrogativo: dove ascoltare Dio.

Ebbene. Anche se non siamo la “religione del libro”, è nel Libro, nella Bibbia, nel Vecchio e Nuovo Testamento che incontriamo un Dio che ci parla. Gesù è il Logos, la Parola. L’altro luogo in cui ascoltare è la liturgia Eucaristica nella quale incontriamo Dio non solo realmente nel corpo eucaristico di Gesù ma anche nella Sua parola proclamata e spiegata nell’omelia. Non per nulla Papa Francesco ha dedicato ampio spazio all’interno della esortazione apostolica “Evangelii gaudium” proprio al modo di presentare la Parola di Dio.

Si pone, poi, il problema di come predisporci all’ascolto, come mettersi in ascolto della Parola di Dio. Essenziale è anzi tutto la preghiera allo Spirito Santo. Poi anche un metodo pratico che, secondo il prof. Salani, è quello di scegliere un testo, leggerlo più volte e farci interpellare. Di aiuto sarebbe certamente il silenzio: fare deserto nel caos delle mille voci che ci contornano. E’ nel silenzio che Dio più facilmente ci parla: nel 1° libro dei Re si legge di Elia che ascolta e riconosce Dio in una brezza leggera.

Ed infine: come dimostrare la nostra fede nata dall’ascolto della Parola di Dio? Perché qui il rischio è quello di scadere in uno sterile dogmatismo, in una religiosità farisaica, in una mera osservanza di regole e precetti. Qui ritorna il concetto di ortoprassi. Il prof. Salani ha citato l’esempio di Zaccheo. Lui sale sul sicomoro incuriosito ma poi ascolta Gesù: “Zaccheo, scendi perché stasera devo fermarmi a casa tua”. Da quella parola nasce la sua fede che si concretizza col fare: “da oggi do ai poveri la metà dei miei beni e se a qualcuno ho rubato restituisco quattro volte tanto”. Ma è Gesù stesso che ci invita all’azione come modo essenziale per dare ragione della nostra fede: “se dunque v’ho lavato i piedi io, il Signore e il Maestro, dovete anche voi lavarvi i piedi l’un l’altro”. E’ l’agire che deve dare ragione della nostra fede, un agire ad essa conforme per non essere frutto di un moralismo essenzialmente laico; un agire che si esplicherà nei tanti modi a secondo delle capacità, delle vocazioni e dei “talenti” di ciascuno. Ma anche attraverso la testimonianza resa dall’attività delle associazioni cattoliche e quindi, anche dall’attività del “Serra Club”.

Paolo Chiellini

Convocazione del CNIS e dell’Assemblea Straordinaria dei Delegati dei Club a Napoli, 7-9 febbraio 2020

Carissimi amici,

il Presidente Nazionale ha convocato la quinta riunione del CNIS, seconda del corrente anno sociale, e l’Assemblea Straordinaria dei Delegati dei Club che si terranno a Napoli dal 07 al 09 febbraio 2020 presso l’Hotel NH Napoli Panorama in via Medina, 70 (tel. 081 410 5111).

In linea di massima i lavori avranno il seguente svolgimento:

Venerdì 07 febbraio:

  • Comitato Esecutivo ore 14,30-16,30;
  • C.d.A. della Fondazione ore 16,00-18,00;
  • CNIS ore 17,00-20,00.

Sabato 08 febbraio:

  • Accreditamento Delegati dei Club ore 9,00-10,00;
  • Assemblea straordinaria dei Delegati dei Club ore 10,00-13,00;
  • Prosecuzione CNIS ore 14,30 –17,30

Si allegano pertanto qui di seguito:

  • lettera del Presidente di convocazione dell’Assemblea;
  • comunicazione dello scrivente di convocazione dell’Assemblea contenente le informazioni logistiche;
  • credenziale di accreditamento per l’Assemblea del delegato/rappresentante del Club da inviare in formato pdf alla Segreteria Nazionale entro il 18 gennaio 2020 e da consegnare in originale dal delegato/rappresentante all’ufficio accreditamento operante presso la sede della riunione;
  • scheda di prenotazione alberghiera da consegnare al delegato/rappresentante per la compilazione ed inoltro alla Segreteria Nazionale entro il 10 gennaio 2020 per l’eventuale  prenotazione del/dei pernottamenti e/o del/dei pasti.
  • scheda di prenotazione alberghiera per i componenti del CNIS.
Raccomando il rispetto dei tempi di prenotazione per evitare spiacevoli inconvenienti con la struttura ospitante.
Fraterni saluti
Luigi Ferro

The Serran, il numero di dicembre della rivista di Serra International

E’ uscito il numero di dicembre della rivista The Serran, organo ufficiale di Serra International. In questo numero vengono presentati alcuni dei tangibili risultati ottenuti dalle donazioni che Serra International Foundation ha elargito negli ultimi due anni ad organizzazioni di tutto il mondo che promuovono e sostengono le vocazioni alla vita consacrata.

Convegno nazionale vocazioni 2020

Nelle date 3-5 Gennaio 2020 a Roma,  presso l’Ergife Palace Hotel, si svolgerà il Convegno nazionale vocazioni dal tema: “Datevi  al meglio della vita!” (Christus vivit, 143). 
Come di consueto, il Serra International Italia ha voluto promuovere la più ampia partecipazione dei seminaristi, facendosi carico delle quote di iscrizione.
Riportiamo qui di seguito la lettera con cui don Michele Gianola, Direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni, rivolge a noi serrani l’invito a partecipare ai lavori del Convegno.
***
Carissimi amici Serrani,... Continua a leggere
Vi invito, inoltre, a visitare il nostro servizio di ecommerce www.vocazioni.store aperto al fine di rendere più accessibili i sussidi e il materiale prodotto dall’Ufficio a servizio degli operatori di pastorale vocazionale.
Colgo l’occasione per invitarvi anche al Seminario 35° Seminario sulla Direzione Spirituale che si svolgerà ad Assisi dal 14 al 17 aprile 2020 sul tema: «“È questo il tempo”. Accompagnare la vocazione tra esperienze puntuali e cammini ordinari».
Ringraziandovi del prezioso sostegno, vi invito a promuovere l’abbonamento alla Rivista Vocazioni che abbiamo rinnovato non soltanto nella grafica ma anche in una significativa apertura al web così da diventare ancora di più strumento utile per la diffusione della cultura vocazionale. Sul sito www.rivistavocazioni.chiesacattolica.it sul quale, oltre ai nuovi contributi, stiamo caricando tutto l’archivio storico della Rivista.
A tutti un buon cammino d’Avvento e un santo Natale,
don Michele Gianola
Direttore UNPV-CEI
***
E’ possibile effettuare la prenotazione on line collegandosi direttamente al sito delle iscrizioni del Convegno Nazionale  o inviando via mail la scheda d’iscrizione.
E’ possibile scaricare qui di seguito il depliant e la scheda d’iscrizione del prossimo Convegno Nazionale Vocazionale.

 

Club di Roma. Omaggio all’Immacolata Concezione

L’Immacolata Concezione è il dogma cattolico, proclamato da Papa Pio IX l’8 dicembre 1854 con la bolla “Ineffabilis Deus” che sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata dal peccato originale sin dal primo istante del suo concepimento. Il dogma non afferma solamente che Maria è l’unica creatura a essere nata priva di peccato originale, ma aggiunge, altresì, che la Madre di Gesù, per speciale privilegio, non ha commesso nessun peccato, né mortale né veniale, in tutta la sua vita. ... Continua a leggere

Lettera ai Serrani di Sua Ecc. Mons. Patron Wong, consulente Episcopale di Serra Italia

Pubblichiamo la Lettera che Sua Ecc.Mons. Jorge Carlos Patron Wong, consulente Episcopale di Serra Italia, rivolge a tutti i soci dei Serra Club d’Italia e della Svizzera Italiana nella quale ci introduce al Tema nazionale per l’anno sociale ‘La fede non è un’idea: è un incontro con Gesù”. Il testo della lettera che è anche disponibile sul Bellringers recentemente distribuito.

Cari amici serrani,

nell’ultimo Documento del Magistero, che Papa Francesco ci ha offerto a margine del Sinodo sui Giovani, viene messa a fuoco la necessità e l’importanza di non procedere all’annuncio della fede con formule e risposte pre-confezionate, bensì seguendo la logica del Vangelo, che fa leva sulla bellezza di una chiamata e di un’amicizia personale che Gesù stesso stabilisce con coloro che invita a partecipare alla missione del Regno di Dio. ... Continua a leggere

Il Premio “Penna dello Spirito” al libro “La prima generazione incredula” di Armando Matteo

La cerimonia di premiazione della XIV edizione del Premio “Penna dello Spirito” organizzato dalla Biblioteca Nazionale “Junipero Serra”, che ha la sede nel Seminario Vescovile di Pontremoli, si è tenuta sabato 30 novembre nel Salone del Vescovado. Vincitore il libro “La prima generazione incredula. Il difficile rapporto tra i giovani e la fede” di Armando Matteo con prefazione di Enzo Bianchi. Il Premio viene conferito da tutti i club serrani italiani che, dopo aver letto e discusso i testi della terzina scelta dalla Commissione selezionatrice, danno la loro preferenza.

L’incontro è stato coordinato da Patrizia Rossi, direttrice della Biblioteca Nazionale “Junipero Serra”. In sala erano presenti il Presidente Nazionale, Enrico Mori, alcuni membri del Consiglio Nazionale del Serra International Italia, Michele Guidi, Governatore del Distretto 71 di cui il Serra Club Pontremoli-Lunigiana fa parte con la sua Presidente Manuela Menapace, la Governatrice eletta del Distretto 71, Elena Baroncelli e, in rappresentanza del Sindaco e dell’Amministrazione comunale di Pontremoli, il Presidente del Consiglio Comunale Patrizio Bertolini.... Continua a leggere

E’ uscito Il Serrano n. 147

Il nuovo numero 147 della Rivista Il Serrano, Organo dell’associazione Serra International Italia.

Sfoglia qui sotto la rivista.

 

Club di Palermo. Le attività di dicembre.

Carissime amiche e carissimi amici del Serra Club di Palermo,

ci avviciniamo al Santo Natale e come sempre i nostri incontri vogliono offrire delle occasioni di riflessione e di preghiera.

Avremo una prima bella occasione per pregare insieme domenica 15 dicembre 2019 alle ore 10:00 presso la Parrocchia di Santa Caterina da Siena (sita in via dell’Airone, 8 – Borgo Uliva – 90125 Palermo) dove nel corso della Celebrazione Eucaristica sarà ammesso tra i candidati agli Ordini Sacri il Seminarista Marco Visconti.

Un altro momento di preghiera in preparazione del Santo Natale avrà luogo venerdì 20 dicembre 2019 alle ore 20:00 presso la Cappella del Seminario (Chiesa di Santa Maria di Monte Oliveto in via Incoronazione) per la celebrazione dei Vespri.
Seguirà il consueto incontro conviviale per scambiarci, insieme ai Seminaristi, gli auguri.

Con l’occasione segnalo che proseguono i consueti appuntamenti settimanali con l’Adorazione Eucaristica animata dai Seminaristi ogni mercoledì alle ore 21:00 presso la Cappella del Seminario – Santa Maria di Monte Oliveto.
Sono dei momenti di preghiera molto belli ed intensi ai quali siamo tutti invitati a partecipare.

Roberto Tristano