“Mondo globalizzato e Mondo sostenibile”: la prof.ssa Morra al Club di Livorno

La prima conferenza dell’anno si è tenuta il 16 settembre 2022,sempre presso il salone della parrocchia di S. Lucia a Livorno: il tema “Mondo globalizzato, mondo sostenibile” è stato affrontato dalla relatrice, la Prof.ssa Cristina Morra, già docente di geografia economica ed autrice di numerosi saggi sul tema. La conferenza era una “esterna” ovvero aperta a tutta la cittadinanza.

La relatrice ha affrontato, in termini economico-sociali, il tema della globalizzazione nei suoi aspetti positivi ma soprattutto in quelli più critici.
Gli eventi legati alla pandemia ed alla guerra in Ucraina hanno dato un’ulteriore forte scossa alle nostre certezze ed abitudini ed invitano a ridefinire i nostri comportamenti individuali e sociali nel rapporto UOMO/AMBIENTE, evidenziando i limiti del mondo globalizzato contemporaneo, i cui errori sono noti da tempo, ma che oggi appaiono ancor più in tutta la loro gravità.
La Prof.ssa Morra ha ripercorso un po’ tutti gli aspetti più negativi nell’evoluzione della globalizzazione ed, in particolare, parlando di Sviluppo ha sottolineato come l’indice che può realmente misurare il livello di sviluppo non è dato tanto dalla quantità di beni disponibili (PIL pro capite) quanto dal cosiddetto ISU: indice di sviluppo umano, dove contano anche l’istruzione e la speranza di vita, legato alle condizioni sanitarie.
Sono stati poi approfonditi gli aspetti e le azioni che, anche sulla base di indispensabili accordi internazionali, possono quindi portare ad uno Sviluppo SOSTENIBILE, cioè uno sviluppo economico e sociale che sia compatibile con la salvaguardia dell’ecologia e con la tutela dei diritti delle generazioni future a conservare risorse.
Occorre pertanto una “GOVERNANCE INTERNAZIONALE” senza la quale non potremo mai procedere ad una effettiva ristrutturazione delle regole del sistema.
Dopo aver richiamato vari illustri autori sul tema, ha infine ricordato gli interventi di Papa Paolo Giovanni II che coniò l’espressione di “GLOBALIZZAZIONE DELLA SOLIDARIETÀ”, successivamente rilanciata fortemente da Papa Francesco autore tra l’altro di un libro scritto nel 2005 dal titolo “Questa economia uccide”; in un recente convegno on line tenutosi ad Assisi si è poi parlato di “ECONOMIA DI COMUNIONE”.
C’è quindi la necessità di creare un nuovo sistema di valori ambientali e sociali, che sia capace di preparare un mondo migliore ed in cui l’economia possa e debba mettere in campo nuovi paradigmi, quelli di uno sviluppo che abbia al centro la persona e la ricerca del bene comune.
La conferenza ha suscitato molto interesse tra i numerosi presenti e molti sono stati gli interventi di riflessione sul tema.

Al termine è stato fatto dono alla relatrice di una ceramica riportante l’effige della Madonna delle Grazie di Montenero, protettrice della città e della Toscana.

Dopo la preghiera del Serrano, la serata si è conclusa con la tradizionale conviviale nello stesso salone della parrocchia, offerta dal Club a tutti i presenti.

Prof.ssa C. Morra – Ing. E. Gambardella