Natura giuridica

Racchiude un fine corrispondente alla missione della Chiesa

Natura giuridica

La Fondazione Italiana Beato Junipero Serra è un ente ecclesiastico, ossia è una persona giuridica, un soggetto giuridico, distinto da tutti gli altri, riconosciuto nel diritto canonico e nel diritto civile regolato, oltre che da un proprio statuto, dal Codice di Diritto Canonico e dalla legislazione civile italiana.
Le persone giuridiche riconosciute dalla Chiesa sono ordinate “ad un fine corrispondente alla missione della Chiesa, che trascende il fine dei singoli”. Il paragrafo 2 del can. 114 ci dice anche che tali fini sono quelli “attinenti ad opere di pietà, di apostolato o di carità sia spirituale sia temporale”.

La Fondazione è sotto il controllo dell’Arcivescovo di Genova, i membri del Consiglio di Amministrazione sono tutti nominati formalmente dall’Arcivescovo di Genova. È una Fondazione ecclesiastica e gli atti di straordinaria amministrazione richiedono la licenza dell’Arcivescovo o, per gli atti che eccedono una certa somma, la licenza della Santa Sede, ai sensi dei cann. 1281 e 1292.

I beni della Fondazione sono quindi posti sotto il controllo dell’autorità tutoria ecclesiastica e destinati a scopi ecclesiali.

L’articolo 2 dello Statuto chiarisce che la Fondazione opera in Italia (…), svolge attività in tutto il territorio italiano e qualora dovesse estinguersi, l’Arcivescovo di Genova, dovrà destinare il patrimonio residuo a tutte le Diocesi del territorio della Repubblica Italiana (art. 10).

Gli organi della Fondazione sono il Consiglio di Amministrazione composto da 13 membri, la Giunta esecutiva (Presidente, Segretario e Tesoriere) ed il Collegio dei Revisori dei Conti.