Distretto 73. Primo incontro del consiglio distrettuale di Puglia e Basilicata

Sabato 26 ottobre si è tenuto il primo incontro del consiglio distrettuale di Puglia e Basilicata presso il Seminario Pontificio Regionale ‘Pio XI’ di Molfetta , accolto dal Rettore Don Gianni Caliandro.
La governatrice del Distretto n.73, Filly Franchino, ha dato il via ai lavori presentando il presidente di Serra Internazional Enrico Mori, in visita al Distretto.
Il tema affrontato, durante l’incontro, è stato:  ‘La fede non è un’idea ma un incontro’; ne ha parlato il Direttore Regionale alle Vocazioni Don Quintino Venneri. Nonostante possa sembrare il contrario , viviamo un momento molto importante per la fede cristiana, soprattutto nei paesi industrializzati. Molte persone cercano Dio, e lo cercano sul serio, al di là di statistiche preoccupanti e più o meno attendibili. Ci sono persone che cercano di vivere un rapporto personale con Gesù giocandosi la vita su di lui  e  sulla sua parola, ma questo è possibile soltanto se lo si scopre  come una persona viva e presente nella propria esistenza.
La fede è un incontro , è adesione dell’intelligenza e dell’affettivita’  al mistero di Gesù Cristo  e si esprime nel nostro modo di comportarci , non è etica né liturgia, ma è necessario che si manifesti in espressioni storiche e liturgiche.
Come diceva Sant’Ignazio vescovo di Antiochia, il Cristianesimo non è un ‘opera di persuasione ma di grandezza che non esclude la presenza del dubbio , dell’incertezza. Anche Santa Teresa di Lisseaux , apparentemente ingenua, viene descritta nell’ “Introduzione al Cristianesimo ” di Papa Ratzinger  ‘ carica dei pensieri più perversi e materialisti’.
Dopo l’esposizione  delle iniziative da parte dei Vice presidenti e Presidenti dei club, la presentazione della Fondazione ‘Beato Juniperp Serra’  e la presentazione del Concorso ‘Penna dello Spirito’,  il consiglio si é riunito in un’agape fraterna insieme ai giovani seminaristi .

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *