Vita del Serra al tempo del coronavirus. Lettera del Presidente.

Serra International
Consiglio Nazionale Italiano

 

 

Il Presidente

Pontremoli, 10 maggio 2020 – V Domenica di Pasqua 

Carissimi serrani,

dall’ultimo incontro avuto ad inizio febbraio a Napoli tutto è cambiato, le nostre abitudini, i nostri tempi e volenti o nolenti la nostra vita sia privata che sociale.

Come avrete appreso dalle comunicazioni che si sono susseguite nell’ultimo periodo è stato deliberato dal Consiglio Nazionale, tramite posta elettronica, ai sensi dell’art. 9.7 del vigente Regolamento Nazionale, di prorogare al 30 giugno 2021 tutte le cariche sociali di Club, Distretti e Nazionale.

A seguito di questa delibera, prima e unica nei nostri primi 60 anni di storia serrana, e pienamente condivisa dal Board di Serra International dato che anche i Trustee e gli Officers sono stati prorogati alla stessa data, mi preme fare alcune considerazioni su argomenti che fanno parte della nostra Associazione: tema anno sociale, concorso scolastico, Bellringers, premio “Penna dello Spirito”.

Ritengo opportuno tenere valido il tema che avevo proposto all’inizio di questo anno sociale: “La fede non è un’idea ma un incontro” infatti mai come ora ci troviamo a capire la verità di questo.

In questo periodo trascorso con i nostri cari al chiuso nelle nostre case, abbiamo avuto modo di pensare al vero significato della nostra vita non solo dal punto di vista quotidiano ma anche dal punto di vista spirituale e credo che il periodo pasquale in cui ci troviamo ancora sia propizio per riflettere su questo.

Papa Francesco ci ricorda che “Il cristianesimo non è solo una dottrina, non è un modo di comportarsi, non è una cultura. Sì, è tutto questo, ma più importante e per primo, è un incontro. Una persona è cristiana perché ha incontrato Gesù Cristo, si è lasciata incontrare da Lui”.

I discepoli di Emmaus (Luca 24:13-53) ci fanno rivivere l’incontro con uno “straniero” che riconosceranno soltanto al momento dello “spezzare il pane”, ma l’incontro non è soltanto quel “momento” è nel cammino che ognuno di noi affronta quotidianamente con le proprie paure, le proprie ansie, i propri dubbi, consapevoli che comunque c’è sempre Gesù accanto a noi per darci coraggio, sostenerci nelle difficoltà che giorno pergiorno incontriamo ma lasciandoci comunque, in ogni situazione della vita, quella libertà di scelta che è fondamento della nostra condizione umana.

Ancora, nel Vangelo di Giovanni, di questa V Domenica di Pasqua, si leggono le parole dette da Gesù ai discepoli la sera dell’addio: “Non sia turbato il vostro cuore….abbiate fede in me!”. Ogni timore, ogni fatica, ogni affanno, ogni vacillamento può essere messo nelle sue mani e questo farà sì che la nostra fede non sia soltanto un’idea ma un vero incontro con Lui.

Per quanto riguarda il concorso scolastico che per come è strutturato necessita della partecipazione attiva sia dei Club, che avrebbero dovuto bandire il concorso, sia dei ragazzi delle scuole cui è rivolto, poiché non rimarrebbe il tempo materiale per indirne un altro, a malincuore, è stato ritenuto dal Comitato Esecutivo di fare slittare di un anno l’appuntamento, lavorando perché torni ancora più bello e ricco di proposte.

La premiazione invece degli elaborati del concorso scolastico di questo anno sociale sarà svolta durante il primo Consiglio Nazionale che si terrà nei primi mesi del prossimo anno.

Vista la “prorogatio” delle cariche sociali e la riconferma del tema dell’anno, abbiamo ritenuto che il Bellringers non venga pubblicato e quindi resta in vigore quello già distribuito, consultabile anche sul portale.

Per quanto concerne il premio “Penna della Spirito” la votazione è stata prorogata al prossimo 28 febbraio 2021 per dare tempo a tutti i Club di poter scegliere uno dei libri della terzina già proposta, seguirà la premiazione entro la chiusura del prossimo anno sociale.

Cari serrani, l’amore che ci lega alla nostra associazione deve fare sì che anche se non ci possiamo incontrare fisicamente ci si possa incontrare almeno “virtualmente” .

I mezzi a nostra disposizione sono molteplici ed in questo periodo abbiamo imparato anche a conoscerli: facebook, youtube, instagram o più semplicemente whatsapp: creiamo una rete di interscambio per sentirci uniti e legati tra di noi.

Nella speranza di rivedere al più presto tutti voi, vi abbraccio.

Enrico Mori

Maria, Madre delle Vocazioni e San Junipero Serra, pregate per noi

Scarica qui la Delibera del CNIS

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *