Economia e transizione ecologica al Serra Club di Ferrara

Economia e transizione ecologica
Di economia, transizione ecologica e socialità si è parlato nel corso di un bel convegno organizzato da Serra club Ferrara e Ucid (Unione cristiana imprenditori e dirigenti). In tutti gli interventi (cinque i relatori coordinati dal giornalista, presidente del Serra, Alberto Lazzarini) è emersa l’esigenza di un’economia attenta ai bisogni della persona, verso la quale essa costituisce uno strumento per la soluzione dei tanti problemi. Occorre quindi costruire una società sempre più giusta e orientata al bene comune. Si parte da dati fortunatamente in decisa crescita, ha subito rilevato Riccardo Fava, industriale, presidente di Baltur di Cento: tutti gli indicatori del dopo Covid lo confermano (crescono Pil, export, import, anche l’occupazione) ma sullo sfondo non mancano complessi problemi legati all’aumento fortissimo dei costi delle materie prime e dei trasporti, con i tempi di consegna dilatati e la complessità del tema energetico. Il mondo della produzione è comunque largamente consapevole e responsabile dei temi etici e ambientali. Di agricoltura si è occupato Adriano Facchini ammonendo che i problemi climatici conseguenti all’aumento della temperatura stanno condizionando pesantemente il settore e anche il nostro territorio dove a breve potremo produrre “solo sorgo e soia”. Occorre attuare politiche di risparmio dell’acqua e impegnarsi di più sul fronte della genomica. Difficoltà anche sul fronte-commercio, ha rilevato Davide Urban direttore di Confcommercio, a causa dell’ e.commerce che ha messo in ginocchio il sistema dei negozi del vicinato, importanti anche per la rete sociale e specialmente per gli anziani. Fondamentale il buon utilizzo del Pnrr.
Del ruolo rilevante svolto dalle aziende del Terzo settore si è occupata Chiara Bertolasi, chiamate ad essere sentinelle delle tante esigenze ma anche strumenti di soluzione dei problemi.
Antonio Frascerra, presidente Ucid, ha ricordato in chiusura il crescente richiamo degli imprenditori, nella loro attività, alla dottrina sociale della Chiesa. Prosegue l’attività del gruppo con altri due convegni, dopo quello, recente, su economia e salute.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *