Articoli

Incisa Scapaccino. Il Serra Club di Acqui ha aperto il nuovo anno sociale

 

INCISA SCAPACCINO. Venerdì 10 settembre i soci del Serra Club della Dio­cesi di Acqui si sono ritrovati per l’apertura del nuovo anno sociale 2021/2022.  L’incontro  nel pieno rispetto delle attuali disposizioni sanita­rie si è svolto nel santuario della Virgo Fidelis a Borgo Villa di Incisa Sca­paccino alla presenza anche di una significativa delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, custode del Santuario.

E’ toccato al presidente Oldrado Poggio aprire la serata  rivolgendosi  ai soci “ è emozionante rivedervi e potervi salutare personalmente dopo tanto tempo”. L’ultima riunione in presenza si era  infatti svolta nel feb­braio del 2020. Un particolare grazie ha rivolto a don Giambattista Giac­chero per aver accettato di presiedere la concelebrazione eucaristica: “ perché quando ci siamo ritrovati l’ultima volta Lui era il nostro presidente eletto ….. ma dopo è cambiato tutto. Con la sua decisione di accettare l’invito del nostro vescovo Luigi Testore noi abbiamo sicuramente perso un bravo presidente, ma certamente la Diocesi ha acquistato un ottimo presbitero.”

Don Giambattista  Giacchero, dopo aver illustrato  brevemente la storia del Santuario “passato nel volgere di pochi anni da chiesa abbandonata e sconsacrata a questo accogliente Santuario grazie all’impegno di tanti volontari, all’Associazione Nazionale Carabinieri  e al  sostanzioso soste­gno di alcune Fondazioni bancarie tra le quali quella della  Cassa di Ri­sparmio di Asti” ha presieduto la concelebrazione eucaristica affiancato dal vice cappellano del Serra don Domenico Pisano, dal direttore della Ca­ritas  don Giovanni Falchero e da don Nicolò Ferrari che ha tenuto l’omelia, mentre le letture e le intenzione di preghiera sono state lette da Angela Olivieri e Elisabetta Ghiglia.

Al termine, don Giambattista  Giacchero ha tenuto una  brillante e dotta relazione su “ Alla scuola di Marco per rafforzare la nostra fede di disce­poli di Gesù di Nazaret, Cristo e figlio di Dio”. Relazione accolta da un lungo applauso sicuramente indicativo del gradimento avuto dalla mede­sima.

 

Il presidente ha quindi fatto omaggio a nome del Serra club a  don Giac­chero di una casula con l’augurio che “  lo accompagni in questo suo nuovo ampio campo di missione unitamente al nostro augurio e al nostro affetto”. Don Giacchero nel ringraziare ha voluto ricordare come “la vo­lontà di Dio, se accolta,  supera sempre le nostre stesse aspettative”.

Anche a don  Nicolò   Ferrari, fresco di ordinazione e di studi, il presidente dopo averlo ringraziato per la sua presenza e per la bella omelia,  ha con­segnato un ricordo a nome del Serra. Nel ringraziare   don Nicolò ha ri­cordato come per anni abbia sentito il sostegno del Serra, ma anche le preghiere che lo hanno accompagnato nel suo percorso di studi e di pre­parazione all’ordinazione sacerdotale”. Puntuale è arrivata anche una comunicazione del vice cappellano don Domenico Pisano: “Domenica sera accompagnerò nel seminario interdiocesano di Novara un ragazzo di que­sta Diocesi che inizia il suo percorso di preparazione al sacerdozio con la frequentazione dell’anno propedeutico”.

In conclusione, il presidente ha rivolto alcuni ringraziamenti ai sacerdoti concelebranti, al past governatore del Serra del Piemonte Paolo Rizzolio, al governatore eletto Lucia Barbarino che ha fatto omaggio dei fiori per l’altare, all’Associazione Nazionale Carabinieri di Incisa, Asti e di Acqui, ai volontari custodi del Santuario e a tutti i serrani presenti e a quelli impos­sibilitati ad intervenire. (O P )

Logo-Serra-2

Disposizioni per elargizioni anno 2021

Care Amiche ed Amici Serrani,

Vi scrivo per ricordarVi che ci stiamo avvicinando alla data limite per il secondo inoltro di domande di elargizione di borse di studio, come deliberato dal CDA della Fondazione Italiana Beato Junipero Serra nella riunione del 5 Dicembre 2020.

La grave situazione economica generale, non certo in fase di ripresa, e la disponibilità del capitale ONLUS ci consente di procedere a due erogazioni di borse di studio nell’ambito dell’anno 2021: la prima, già effettuata, con raccolta delle domande pervenute entro il 31/03/2021, la seconda con raccolta delle domande pervenute entro il 30/09/2021.

Vi invito a provvedere tempestivamente entro questa data che rappresenta un’ulteriore occasione di supporto ai seminaristi impegnati nel loro percorso. Inoltre, raccomando di rispettare quanto prescritto dalle Linee Guida e dalla Modulistica relativa pubblicate sulle pagine web della Fondazione, scaricabili al link: https://www.serraclubitalia.it/fondazione-b-j-s/, sezione “Modulistica”.

Ricordo che le domande, con documentazione allegata, devono essere inoltrate in forma cartacea originale all’indirizzo del Segretario della FIBJS, Paolo Tiezzi Maestri – via Casalpiano, 4 –53048 Sinalunga (Si), ed eventualmente solo anticipate all’indirizzo email: paolotiezzimaestri@libero.it.

Carissimi tutti, come vedete la “nostra” Fondazione cerca di stare al passo con le necessità di questi tempi così particolari e si permette di chiederVi di avere sempre presente, in quanto Serrani, il suo valore come strumento di servizio comune e la necessità di essere sostenuta, sia con la Vostra firma del 5×1000, sia con le Vostre donazioni, uniche ad alimentare la parte NON ONLUS.

RingraziandoVi per la fraterna attenzione, Vi auguro di passare delle serene vacanze.

Un caro abbraccio,

Marco Crovara

Distretto 70. Passaggio di consegne online al nuovo Governatore

Si è svolto, in collegamento virtuale, il Convegno del Distretto 70 per il passaggio di consegne dal Governatore dott. Ezio Conio del Serra Club di Sanremo al nuovo governatore dott. Claudio Ferrari del Serra Club di Imperia. Significativa la lettera programmatica del nuovo Governatore, che qui interamente pubblichiamo.

Saluto d’ingresso e programma 2021/2023 Del Governatore del DISTRETTO 70 dott. Claudio FERRARI

Saluto con affetto il Governatore Dott. Ezio CONIO, il Past-Presidente nazionale, i Past-Governatori, il Segretario distrettuale, il tesoriere distrettuale i Responsabili delle Commissioni distrettuali, i Presidenti di Club e i soci che si sono collegati oggi.

Ringrazio i membri uscenti del Consiglio Direttivo per la disponibilità e la fatica condivisa con il Governatore in carica e con me Governatore eletto, in questo biennio.

In questo periodo di buio che, nel suo intervento al 17° Convegno Nazionale, la giornalista vaticanista e filosofa Cristiana Caricato ha paragonato al Sabato Santo, il Serra, come molte altre associazioni, ha risentito del COVID19 sia per le vittime che per la mancanza di contatto umano così caro e necessario a noi serrani. Nostro compito ora è quello d’intensificare la preghiera e poi tirare su le maniche per aiutare il Distretto 70 ed il Serra Italia a ritrovare vigore. Il sabato e finito ora è il momento della Pasqua di resurrezione.

Per questo è importante renderci visibili, “uscire” come dice Papa Francesco, attraverso momenti che possano coinvolgere, sia per tema che per dinamiche, quante più persone sia possibile. Il CNIS a livello nazionale ci offre Concorsi che possono aiutarci. Penso al Concorso scolastico e al Contest fotografico. Format confezionati che dobbiamo solo divulgare e proporre nel contesto in cui operiamo.

Come più volte ribadito dal Past-Presidente nazionale E. Mori in questo periodo di crisi della fede dobbiamo puntare sulla riscoperta della cultura cristiana “di cui l’attuale società gravida di rischi, ma anche di tante opportunità, ha bisogno. Dobbiamo recuperare il senso di una iniziativa culturale cristianamente ispirata capace di parlare agli uomini ed alle donne delle nostre comunità nella concretezza della loro vita”. Faccio mie le parole del Beato Giuseppe Toniolo cattolico impegnato, appassionato studioso di economia e docente stimato dai suoi studenti universitari.

Il Serra può lavorare in questo campo per sua stessa natura e più di tanti altri gruppi oassociazioni presenti. Mi vengono in mente: convegni dedicati ai giovani che  portano al seguito i loro genitori e non solo, convegni per le famiglie che si trovano ad affrontare situazioni di forte peso e sono alla ricerca di risposte spesso assenti nelle istituzioni, penso ai docenti, chiamati ad aiutare i nostri giovani bisognosi di idee e stimoli. Qui il mio pensiero va alle splendide attività del Club Vigevano – Lomellina o a quello di Sanremo ma anche a quelle degli altri Club del Distretto e d’Italia; non cito Imperia solo per non fare del campanilismo. Questa elencazione non è certamente esaustiva:  la fantasia, sorretta dallo Spirito Santo, fa faville e riguarda molte altre nostre realtà.

I nostri Club possono diventare una risorsa; sta a noi cogliere l’occasione che il Signore pone sulla nostra via.

I seminari sono certamente la nostra prima mission, assieme all’amicizia verso i nostri amati sacerdoti, religiosi e religiose. Dobbiamo, però, trovare nuove dinamiche per aiutare i giovani ad ascoltare la Chiamata e, a trovare nuovi momenti, più in sintonia con loro, per farli sostare ad ascoltare la voce del Signore che continua a chiamare, ma è coperta dal caos di questa società. Sia chiaro che non parlo di occuparci del discernimento, che è unicamente compito della Chiesa e delle sue istituzioni, ma solo di aiutare i giovani ad imparare nuovamente ad “ascoltare”.

Dobbiamo prendere l’abitudine di uscire. Non dobbiamo chiuderci e diventare, come ha detto Papa Francesco, nell’udienza dedicata ai serrani in occasione del Congresso Internazionale tenutosi a Roma nel 2017, “cristiani da museo che temono i cambiamenti”. Lasciamoci guidare dal vento dello Spirito Santo che ci conduce dove vuole il Signore e ci dona il coraggio di portare avanti il suo progetto.

Dico a me stesso, ma anche a voi: “ Lasciamoci riportare dallo Spirito Santo sulle orme tracciate dai nostri soci Fondatori. I tempi che affrontarono loro sono paragonabili, per difficoltà, a quelli che stiamo affrontando oggi.”

Il mio programma di quest’anno punta sulla principale attività che un Governatore deve svolgere: incontrare, COVID 19 permettendo, i Club per invitarli, spronarli ed aiutarli a lavorare su questi obiettivi.  Chiedo ardentemente il vostro aiuto, perché da solo non arriverei da nessuna parte e sarei sciocco al solo pensarlo. Mio desiderio, con l’aiuto del Padrone della Vigna, è quello di incrementare gli ingressi di nuovi soci. Questo dovrà essere un nostro obiettivo: so che molti Presidenti da tempo lavorano a questo e ne sono loro grato.

Da parte mia cercherò di incrementare i Club, se sarà la volontà del Signore. Per questo motivo ho fortemente desiderato,  l’aiuto del Dott. Paolo Revelli, Past-Presidente del Club 541, chiamandolo alla Commissione estensioni, consapevole che lui condivide con me questa aspirazione.

Nel costruire il gruppo dei miei collaboratori nella gestione del Distretto 70 ho cercato di rendere presente, per quanto possibile, ogni zona del Distretto.

La squadra risulta così composta:

Past-governatore Dott. Ezio Conio;

Governatore eletto Giacomo Righi – eletto oggi;

Segretario Dott. Marcello Sales;

Tesoriere Paolo Castagneto;

Responsabile distrettuale Programmi Maria Luisa Pia Zini;

Responsabile distrettuale Estensioni Dott. Paolo Revelli;

Responsabile distrettuale Vocazioni Dott. Alessandro Vallerga;

Responsabile distrettuale Comunicazione Geom. Marco Crovara.

Come ci insegna San Junipero Serra, “siempre adelante” e non lasciamoci sconfiggere dai timori. Teniamo ben presenti le parole di Papa Francesco rivolte a noi serrani “La vita del Discepolo missionario è segnata dal ritmo che viene impresso dalla chiamata. Il Signore lo invita ad abbandonare il suolo delle proprie sicurezze e ad iniziare il Santo Viaggio verso la terra promessa dell’incontro con Lui e con i fratelli. La vocazione (e quella del serrano è una vocazione al servizio), è l’invito ad uscire da se stessi per iniziare a vivere la festa dell’incontro con il Signore e percorrere la strada sulla quale egli ci invia”.

I Presidenti di Club riceveranno a breve una scheda contenente una serie di informazioni sul Club per consentirmi di conoscervi più da vicino. Vi invito a rispondere in tempi brevi.

Grazie per la vostra presenza, buon anno sociale e buon lavoro a tutti.

Maria Madre delle vocazioni e San Junipero Serra, pregate per noi.

3 luglio 2021

Messaggio di don Gianola

Carissime amiche,
Carissimi amici,

vi penso impegnati/e in questa estate a portare avanti l’annuncio vocazionale rivolti a gruppi di giovani e adolescenti immaginando percorsi e aprendo strade capaci di cogliere i segni dell’azione dello Spirito in questo tempo e acconsentire al suo movimento.
Pregando insieme a voi perché tutti possiamo metterci in ascolto della Parola e della storia di Dio, vi comunico che la segreteria dell’Ufficio sarà chiusa dal 9 al 31 agosto prossimi.
Un saluto caro, uniti nella preghiera per tutte le vocazioni e nella benedizione del Signore.

don Michele Gianola
Direttore UNPV

Il Papa ricorda il Curato d’Ars e invita a pregare per i sacerdoti

di Amedeo Lomonaco

Fonte: www.vaticannews.va

“Oggi, memoria di San Giovanni Maria Vianney, v’invito a pregare in modo particolare per i vostri parroci e per tutti i sacerdoti. Possano, ispirati dall’esempio del Santo Curato D’Ars, offrire le loro vite alla missione di predicare il Vangelo della salvezza”. È questa l’esortazione rivolta da Papa Francesco all’udienza generale, dopo la catechesi, nei saluti indirizzati ai fedeli di lingua portoghese  e francese ai quali non ha mancato inoltre di indicare san Giovanni, come “un testimone di amore, misericordia e solidarietà”.

Noto come “il Curato d’Ars”, Giovanni Maria Vianney nasce l’8 maggio 1786 a Dardilly, vicino Lione. Viene ordinato sacerdote all’età di 29 anni e nel 1818 viene mandato ad Ars, piccolo villaggio nel sudest della Francia, abitato da 230 persone. Dedica tutte le sue energie alla cura dei fedeli. È sempre disponibile all’ascolto e al perdono, trascorre fino a 16 ore al giorno nel confessionale. Ogni giorno, una folla di penitenti provenienti da varie località della Francia si confessa da lui. Ars viene rinominata “il grande ospedale delle anime”. Veglia e digiuna per contribuire all’espiazione dei peccati dei fedeli. “Vi dirò – dice ad un confratello – qual è la mia ricetta: do ai peccatori una penitenza piccola e il resto lo faccio io al loro posto”.  Muore il 4 agosto 1859, all’età di 73 anni. Le sue spoglie riposano ad Ars, nel Santuario a lui dedicato. Beatificato nel 1905 da Pio X, viene canonizzato nel 1925 da Pio XI che nel 1929.

Durante il suo Pontificato, il Papa ha più volte ricordato la figura del Santo Curato d’Ars. Nella lettera scritta il 4 agosto del 2019, in occasione del 160.mo anniversario della morte di  San Giovanni Maria Vianney, il Papa esprime incoraggiamento e vicinanza ai “fratelli presbiteri, che senza fare rumore” lasciano tutto per impegnarsi nella vita quotidiana delle comunità; a quelli che, lavorano in “trincea”; a quelli che ogni giorno ci mettono la faccia senza darsi troppa importanza, “affinché il popolo di Dio sia curato e accompagnato”. Un tratto distintivo della vita di San Giovanni Maria Vianney è quello della preghiera. All’Angelus del 4 agosto del 2019 Francesco ricorda inoltre che il santo Curato d’Ars è un “modello di bontà e di carità per tutti i sacerdoti”. “La testimonianza di questo parroco umile e totalmente dedito al suo popolo – aggiunge il Papa – aiuti a riscoprire la bellezza e l’importanza del sacerdozio ministeriale nella società contemporanea”.

Distretto 76. Passaggio di consegne al nuovo Governatore.

Dal primo luglio 2021 il distretto serrano 76 (Emilia-Romagna) ha un nuovo Governatore in carica per il biennio 2021-2023 ed un nuovo Governatore eletto per il biennio 2023-2025. Si tratta dell’arch. Maurizio Marcialis del Serra club di Pomposa (in carica) e del dott. Eugenio Bolognesi del Serra Club di Ferrara (eletto).  Il  Governatore in carica non ha perso tempo. Dopo avere ringraziato il geom. Gianni Sovrani, Governatore uscente, per l’importante e proficuo lavoro svolto in questi ultimi due anni con dedizione e sacrificio, è passato a nominare il proprio Consiglio  distrettuale nelle persone di

Maurizio arch. Marcialis                             Governatore in carica per il biennio 2021-2023 Serra Club Pomposa

Gianni geom. Sovrani                                   Past Governor                                                                 Serra Club Pomposa

Eugenio dott. Bolognesi                                              Governatore eletto per il biennio 2023-2025      Serra Club Ferrara

Rino rag. Mascellani                                      Segretario                                                                         Serra Club Ferrara

Tonino p.c. Savadori                                      Tesoriere                                                                           Serra Club Ferrara

Pietro dott. Canella                                       resp. Programmi                                                            Serra Club Ferrara

Giuseppe dott. Miccoli                                 resp. Vocazioni e Pastorale giovanile                   Serra Club Ferrara

Gianni rag. Fiocchi                                          resp. Estensioni e Pastorale giovanile               Serra Club Ferrara

Alberto prof. Fogli                                          resp. Comunicazioni                                              Serra Club Pomposa

Presidenti  di Club

Filippo ing. Ospitali                                      Presidente                                                                       Serra Club Bologna

Alberto dott. Lazzarini                                 Presidente                                                                       Serra Club Ferrara

Pietro dott. Canella                                       past President

Lanfranco dott. Luppi                                   Segretario

Tonino p.c. Savadori                                      Tesoriere

Giuseppe dott. Miccoli                                 resp. Programmi

Grazia dott. Ansaloni                                    resp. Vocazioni

Rino rag. Mascellani                                      resp. Estensioni

Daniela prof. Cavallari                                 Presidente                                                   Serra Club Pomposa

Francesca Ferretti                                          past President

Simonetta Mignatti                                       Segretaria

Paolo dott. Callegari                                      Tesoriere

Un biennio all’insegna del rinnovamento  da cui ci si attendono importanti novità in ordine alle attività che verranno sviluppate sul territorio.

Tre presidenti molto validi e capaci di dare un nuovo impulso al movimento serrano distrettuale che non mancherà di avvalersi  anche dell’esperienza dei past president nonché del past Governor. Li vedremo all’opera e riferiremo.

Alberto Fogli – responsabile distrettuale comunicazioni

Club di L’Aquila. Assemblea dei soci e conviviale in onore della Presidente Nazionale

Mercoledì 30.06.2021, presso l’elegante cornice dei Ristorante “Lo Scalco dell’Aquila” ,  si è svolta l’Assemblea, finalmente in presenza e molto partecipata, del Serra Club di L’Aquila a conclusione di un anno sociale particolarmente difficile e sofferto, fatto di incontri di formazione e rare riunioni sempre e solo  in modalità online.

L’Assemblea dei soci ha adempiuto a tutti gli atti ufficiali che hanno decretato l’inizio del nuovo anno sociale, esprimendo il nuovo direttivo, riconfermando l’attuale Presidente Rita Leonardi ed investendo il socio Walter Capezzali, figura storica del nostro Club, quale Presidente eletto.

Al termine dell’Assemblea, la neo eletta Presidente Nazionale di Serra International Italia, Paola Poli, espressione del Club di L’Aquila, ha voluto ringraziare tutti i soci per l’attiva e calorosa partecipazione. Ha augurato ai nuovi soci un proficuo lavoro sottolineando che, seppur la sua azione per i prossimi due anni sarà rivolta alla realtà nazionale, il suo cuore avrà sempre uno sguardo privilegiato per il club aquilano.

All’Assemblea, momento istituzionale della nostra Associazione, ha fatto seguito la Conviviale, come occasione di festa, per rendere omaggio alla Presidente Nazionale, orgoglio del Club aquilano, che ha voluto esprimerle la soddisfazione, la vicinanza ed i migliori auguri per il prestigioso incarico e l’alto impegno di responsabilità in seno al Serra Nazionale.

La presenza di Sua Eminenza, il Cardinale Giuseppe Petrocchi, e del nostro Cappellano Don Carmelo Pagano Le Rose, graditissimi ospiti del Club, ha reso ancora più intenso ed emozionante anche l’ingresso dei cinque nuovi Soci: Rosanna D’Onofrio, Paola Giamberardini, Silvana Mazzocco, Maria Paola Rossi e Alfonso Raffaele, affermati esponenti della società aquilana, che hanno con entusiasmo accolto gli ideali Serrani, condividendone lo spirito di servizio.

A loro, la Presidente Poli, ha consegnato il Distintivo e, a tutti, il Cardinale Petrocchi dopo un brindisi augurale, ha rivolto un saluto particolare, il grazie della Diocesi per l’opera meritoria del Club e l’invito a perseverare negli scopi del Serra come parte attiva della Chiesa Universale.

La gioia dello stare insieme, del poter conversare dopo mesi di distanziamento e di angoscia, ha fatto sì che il suono della campana venisse bellamente ignorato per qualche tempo ancora.

Una splendida serata che rimarrà nei cuori dei Soci serrani per il piacere di una ritrovata “ normalità” e di una sempre più viva familiarità.

Cammà – Renzetti

Distretto 71. Passaggio di consegne al nuovo governatore.

Il Consiglio distrettuale del Distretto 71 si è riunito lunedì 5 luglio nel complesso della Casa Faci a Marina di Massa per ufficializzare il passaggio delle consegne dal governatore uscente Michele Guidi al nuovo governatore Elena Baroncelli. Nell’occasione è stato comunicato che Giacomo Sargenti del Serra Club di Livorno è stato nominato governatore eletto per il biennio 2023-2025 dalla Commissione nomine istituita durante la riunione del Consiglio distrettuale del 4 maggio scorso e presieduta da Daniela Musumeci.
All’incontro massese erano presenti il past presidente nazionale Enrico Mori, l’amministratore apostolico della diocesi di Massa Carrara-Pontremoli mons. Gianni Ambrosio, i cappellani del Serra Club di Massa e del Serra Club di Livorno, rispettivamente don Cesare Benedetti e Padre Gabriele Bezzi, e il governatore eletto Giacomo Sargenti.
Dopo i saluti del presidente del Serra Club di Massa Gaetano D’Aloisio, Michele Guidi ha introdotto i lavori ringraziando Giacomo Sargenti per avere accettato la carica, dando la parola a Daniela Musumeci, la quale ha illustrato la modalità seguita per individuare il nuovo governatore eletto, e ringraziando tutti per la collaborazione e il supporto avuti. Ai due relatori ha fatto seguito l’intervento di Elena Baroncelli, che ha indicato i punti del suo programma, che verte sul farsi trovare pronti per sostenere con la propria vicinanza i sacerdoti, sulla stesura delle iniziative dei club organizzate con particolare attenzione al coinvolgimento nella realtà sociale del territorio per entrare in contatto con le associazioni locali e per fare conoscere l’attività del Serra Club, sulla necessità di estendere il numero degli associati, sull’opportunità che i club dedichino una serata al tema proposto dal presidente nazionale. Il nuovo governatore ha anche espresso il desiderio che a livello distrettuale si organizzi un corso di formazione ed ha auspicato che vi sia uno spirito di cooperazione tra i club del Distretto. La relazione di Elena Baroncelli è terminata con la presentazione del nuovo Consiglio distrettuale così composto: Elena Baroncelli governatore; Giacomo Sargenti governatore eletto; Mario Messerini tesoriere; Gabriella Furlano segretaria; Alberto Beati responsabile ai programmi; Michele Contino responsabile alle estensioni; Alessandro Bassi Luciani responsabile alle vocazioni; Paola Bianchi responsabile alle comunicazioni.
La serata è proseguita nella cappella di Casa Faci con l’officiatura della S. Messa presieduta da mons. Gianni Ambrosio. Lo scambio dei distintivi tra i due governatori è avvenuto durante la celebrazione eucaristica in un’atmosfera di amicizia e di gioia. I partecipanti hanno poi festeggiato con una cena conviviale preceduta dalla benedizione dell’amministratore apostolico, il quale ha spronato i serrani a perseverare nella loro missione a favore delle vocazioni. Michele Guidi ha donato ai presenti una mascherina col logo del Serra.
Un ringraziamento a Michele Guidi per il suo impegno profuso nella sua carica di governatore ed un augurio di buon lavoro ad Elena Baroncelli.

 

Paola Bianchi

Club di Catania. Nuove nomine e Concorso scolastico.

Presso il Seminario arcivescovile, al termine della S. Messa presieduta da S.E. Mons. Salvatore Gristina, si è svolto l’incontro del   Serra Club di Catania durante il quale sono stati annunciati:  le  nuove nomine  del Consiglio Direttivo, i  vincitori  del Concorso scolastico 2019/2020  che il Serra International Italia bandisce ogni anno, e i nuovi soci (Santina Mangiafico Parisi, Giorgio Monaco e Andrea Alì).  Dopo la lunga presidenza al Serra Club di Catania  della  Prof.ssa Marinella Cocuzza Ferlito, è stato eletto  il nuovo Presidente serrano, il Dott.  Massimo Martino, medico allo I.O.M. , specialista di Medicina Palliativa, che  ha alle spalle un intenso cammino di fede  animato anche dall’impegno nel volontariato.  Negli ultimi anni,  il gruppo dei giovani del Serra Club di Catania  ha avuto un sensibile incremento  e il rapporto di amicizia tra i soci serrani e i seminaristi  è divenuto più vivo e concreto,  tante le attività svolte: incontri culturali, momenti di preghiera, pellegrinaggi, gite, e nel periodo della pandemia, diversi  collegamenti via web con il quale il Club ha continuato il suo cammino; ha detto la Prof.ssa Ferlito: “Ho svolto questo servizio con tutto il cuore, ringrazio tutti per l’affetto, la stima e la fiducia che mi avete dimostrato in questi anni”. Ha detto  il Nuovo Presidente  Dott. Martino: “Mi spenderò in tutto quello che potrà essere  il meglio, per il Seminario  e per tutti i soci”.

Il nuovo consiglio direttivo è formato da: Dott. Massimo Martino (Presidente), prof.ssa Renata Gentile Messina (Presidente eletto), prof.ssa Marinella Cocuzza Ferlito (Past President), dott. Giovanni Rizzotti (Segretario), dott. Giuseppe Mangano (Tesoriere),  preside Giuseppina Barone (Vice Presidente ai Programmi), prof.ssa Cetty De Pasquale Rapisardi  (Vice Presidente  alle Estensioni) Dott. Sandro Anguzza (Vice Presidente alle Comunicazioni), prof.ssa Lucia Licitra (Vice Presidente alle Vocazioni), dott.ssa Sara la Licata Greco e dott. Giuseppe Cupri (Consiglieri).

La commissione del Concorso scolastico del Serra- sezione di Catania   è stata composta dalla Presidente   prof.ssa Agrippina Barone  e dai membri : prof.ssa Wera Passarello , prof.ssa Nuccia Sinatra, prof.ssa Marika vasta, dal Segretario   Avv. Michele Montalto. I vincitori  della  scuola primaria: sono alunni dell’ Istituto “G. Marconi” di Paternò/Ragalna: 1° Gabriele Pio Ciotta (vincitore anche del 2° premio al Concorso Nazionale) ;  2° e 3°  Valerio Labbia Samuele e Grazia Nobilia; scuola secondaria di  1 e 2grado: Rosanna Di Venuto, 2° Andrea Oddo, 3°Alberto Anastasi (I.C.Statale Cavour-Ct); 1°Paolo Maricchiolo e 2° Salvatore Arcidiacono (Liceo Principe Umberto-Ct), 3°Giulia Damino (Liceo Artistico M.M.Lazzaro-Ct). 

                                                                                      Laura Napoli

Club di Livorno. Cena di chiusura e passaggio delle consegne

Nel bel giardino-terrazza de “La Barcarola” del socio Beppino Mancini, circondati da gelsomini e bougainvillea, si è concluso, proprio nel solstizio d’estate, il biennio serrano del Presidente del Club di Livorno Ing. Luigi Casale, che ha “passato le consegne” all’Ing, Edoardo Gambardella, eletto per il biennio 2021-23. La serata, a cui erano presenti molti soci e le loro consorti, è stata arricchita da S.E. Mons. Simone Giusti, Vescovo di Livorno. E, in spirito serrano, era presente il Rettore del Seminario livornese, Don Simone Barbieri, con il seminarista Enyell Moreno Pinando.

I soci avevano invitato i loro parroci: Don Placido Bevinetto, Don Willy Bianco, Don Michael Moukouba Bamana, Don Eustache Ntambwe Makoyo, e Padre Theodorus Ike Leton; questa è stata una presenza …intercontinentale: dall’Argentina al Congo, dalla Sicilia all’Indonesia! E la presenza del Governatore del Distretto 71, Dott. Michele Guidi, ha dato un ulteriore tocco di importanza alla serata.

Subito dopo il “gong” ed il saluto del Presidente, il Cappellano P. Gabriele Bezzi ha recitato la preghiera d’inizio. Durante la cena – ottima ed originale preparata da Paola, moglie di Beppino, rigorosamente di mare secondo la tradizione, servita ai tavoli che, come da nostra consuetudine, non sono numerati ma, quest’anno, dedicati a Chiese incastonate nella roccia, “scovate” da Giovanna Casale – si sono susseguiti gli interventi.

Il Presidente ha esposto, in sintesi, quanto svolto nel biennio 2019-21 che, forzatamente, è stato meno denso degli altri anni. Il Cappellano ha più volte celebrato la Santa Messa sia all’inizio dell’anno sociale nel giorno di San Serra nella casa di campagna del socio Tattanelli che, le altre volte, nella Chiesa del Sacro Cuore del socio Sargenti; inoltre, ci ha guidato nei ritiri spirituali per il S. Natale e la S. Pasqua, non facendo mai mancare la giusta spiritualità che, a causa della pandemia, avrebbe altrimenti potuto essere appannata. Egli ha anche tenuto due conferenze su Gerusalemme e su la Terra Santa, a noi tutti tanto cara.

All’inizio del biennio Fra M. Brema ha affrontato il tema scelto dal Presidente di Serra Italia E. Mori “La fede non è un’idea ma un incontro” parlando di quello che – all’epoca rivoluzionario – vi fu tra San Francesco ed il sultano Malek al-Kamel, otto secoli fa.

Altre conferenze di rilievo sono state quelle del Col. G Cutarelli, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, e della Dott.ssa L. Casani, Direttore Gen. della Az. USL nord-ovest Toscana.

Nella primavera vi è stata la prima – ed unica – conferenza telematica, tenuta dal Contrammiraglio Flavio Biaggi, Comandante della Accademia Navale di Livorno, a cui hanno potuto partecipare anche serrani di altri Club d’Italia.

I sacerdoti di “fresca” ordinazione, Don V. Cioppa, Don M. Giavazzi, Don G. Lavorgna e Don A. Merlino, ci hanno esposto, sulla base della loro personale esperienza, su come il Serra può suscitare nuove vocazioni.

Il biennio si è concluso con la conferenza di Don Tomasz Zureck che ci ha parlato de “La Polonia Cattolica” suscitando interesse particolarmente vivo tra i presenti.  Nel biennio non sono mancate offerte a due strutture religiose femminili e, cosa nuova, la sponsorizzazione dell’opera pittorica che il labronico Massimiliano Luschi ha realizzato nella Chiesa di S. Caterina a ricordo della tragedia del Moby Prince, ambientandola nella nicchia del presepe napoletano.

Al termine della serata il Vescovo S.E. Mons. Giusti ci ha comunicato che, essendo il seminario di Livorno confluito con quelli di Pisa, Massa-Carrara-Pontremoli, Lucca, Pescia e Volterra nel nuovo Seminario Maggiore Interdiocesano della costa toscana, gli spazi presenti nel vescovado, ormai non più utilizzabili come in precedenza, diverrano un Centro di spiritualità anche per ritiri spirituali con possibilità di pernotto; in particolare Mons. Giusti ha rivolto l’invito ai vari Club Serra ad avvalersi di tale struttura per i ritiri spirituali.

Il Governatore Guidi ci ha quindi dedicato parole di sprone per la nostra attività e, con un affettuoso saluto; ci ha donato …una mascherina col logo del Serra! Infine, la consegna del distintivo di Presidente da parte di Casale a Gambardella, il quale ha anticipato la linea guida della sua presidenza, con particolare riguardo alla collaborazione con il Distretto per la crescita dei Club Serra e, a chiudere, la recita della preghiera del Serrano.

Presidente Casale, grazie! Presidente Gambardella, auguri e …buon lavoro! Padre Gabriele, continua ad accompagnarci con la tua maratona spirituale.

 

Alessandro Bassi Luciani