Articoli

Club di Matera. Mons. Caiazzo incontra gli studenti dell’ITCG Loperfido-Olivetti

“I giovani una sfida per la Chiesa” – “La Chiesa una sfida per i giovani” è il tema che Monsignor Pino Caiazzo ha sviluppato in un incontro che il Serra Club di Matera ha organizzato nell’Aula Magna dell’ITCG Loperfido-Olivetti.

L’Arcivescovo della diocesi di Matera-Irsina incontrato gli studenti del III e IV anno approfondendo particolarmente i capitoli IV, V e IX dell’Esortazione apostolica di Papa Francesco “Christus Vivit”, dialogando e stimolando i giovani su problematiche che assillano la società di oggi.
All’incontro hanno preso parte la Dirigente scolastica Carmelina Gallipoli, il Presidente del Serra Club Gabriele Draicchio e padre Lucio Scalia dei fratelli rogazionisti del Villaggio del fanciullo di S. Antonio di Matera. Ha moderato l’incontro Domenico Infante, Direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina. ... Continua a leggere

Margherita Lopergolo

1989-2019: Serra Club, 30 anni di presenza a Lugano

Mercoledì 15 maggio, il vescovo di Lugano, mons. Valerio Lazzeri, ha celebrato una Santa Messa di ringraziamento per i 30 anni del Serra Club di Lugano, seguita da una cena alla quale hanno partecipato tutti i soci e i loro simpatizzanti. Luogo dell’evento la Casa di Santa Brigitta, tradizionale sede degli incontri in questi lunghi anni di attività. Ospiti della serata anche mons. Claudio Mottini, Rettore del Seminario San Carlo; don Rolando Leo, responsabile della Pastorale Giovanile e don Emanuele Di Marco, Vicario della Cattedrale e Direttore dell’Oratorio di Lugano.

Una foto storica dei soci con il Vescovo Corecco

Come ci racconta Emanuele Costa, uno dei membri storici del Movimento, il Serra Club, voluto e fondato nel 1989 dal Vescovo Eugenio Corecco e composto esclusivamente da cristiani laici, “svolge da 30 anni un incessante lavoro di servizio volto a favorire e sostenere le vocazioni, nel senso di chiamata di ogni essere umano a dare un senso alla propria vita, una vita rivolta al servizio degli altri e non solo a se stesso. Tante sono le vocazioni, e tra queste anche la chiamata alla vita sacerdotale e consacrata”.
Ed è proprio alla vocazione sacerdotale, ma non solo, che da anni il Serra Club dedica forze ed attenzioni particolari: “negli anni – continua Costa – ci siamo dedicati a promuovere il rispetto della figura del sacerdote e di tutti i religiosi nella società civile, e a rivolgere una particolare attenzione ai giovani per accompagnare il loro percorso di maturazione umana e spirituale”. Non a caso alle celebrazioni di questo importante anniversario è stato invitato un giovane in rappresentanza della Pastorale Giovanile della Diocesi, al quale è stata consegnata una offerta a favore delle loro attività.
Tra le diverse iniziative del Serra di Lugano, in questi ultimi due anni guidato dal 
presidente Guido Baumann, “è bello ricordare l’amicizia con i seminaristi dei due Seminari di Lugano; l’assistenza a sacerdoti anziani; la vicinanza con i numerosi sacerdoti stranieri presenti a Lugano per frequentare la Facoltà di Teologia spesso bisognosi di un aiuto ad inserirsi in una realtà sociale ben diversa dalla loro; l’attenzione a sostenere i chierichetti e ministranti della Diocesi; i momenti di preghiera per le vocazioni nella Chiesa di San Giuseppe, utili anche per aprire le porte del Seminario alla città”.

Club dell’Aquila. Fabio Zavattaro interviene al Convegno sul Sinodo per i giovani

Pubblichiamo qui di seguito l’intervento del vaticanista, Fabio Zavattaro, in occasione del recente incontro organizzato dal Serra Club dell’Aquila su “Il Sinodo, i Giovani e la Fede”.

 

... Continua a leggere

Tigullio. Pubblicazione del periodico del Serra Club

A nome del Presidente del Serra Club Tigullio e del Socio Fondatore Francesco Baratta ho il piacere comunicare la pubblicazione del  quarto numero del periodico del club Tigullio il cui direttore è il Comm. Francesco Baratta.

Trovate tale periodico  nel nostro sito http://www.serratigullio.it/index.htm

Silvia Garibaldi

E’ uscito Il Serrano n. 145

Il nuovo numero 145 della Rivista Il Serrano, Organo dell’associazione Serra International Italia.

Sfoglia qui sotto la rivista.

 

Club di Siena. I giovani si raccontano e animano la conviviale

Il Serra Club di Siena ha trascorso un’interessante serata sabato 23 marzo presso la Parrocchia del Beato Bernardo Tolomei, retta dal Don Claudio Rosi, Cappellano del Club.

Si tratta di una realtà ecclesiale molto attiva, con un oratorio frequentato da numerosi adolescenti che, divisi in due squadre, hanno gareggiato in cucina, sottoponendo al palato dei serrani le loro raffinate pietanze, preparate con l’ausilio di due chef professionisti.

Cibo di prima qualità, servizio impeccabile, preparazioni raffinate, alla fine una scheda per esprimere il voto e lo scrutinio con successiva premiazione alla squadra vincente, con pari festeggiamenti di quella perdente in un clima di vivacissima simpatia reciproca.

Finito l’aspetto ludico i ragazzi e le ragazze hanno risposto alla riflessioni che erano state loro proposte con un questionario preparato dal Club e consegnato giorni prima ai laici animatori dell’oratorio, occasione per capire la grande attenzione che gli adolescenti riservano al messaggio di Cristo e la fiducia con la quale attendono esempi e insegnamenti dai “grandi”.

Molta profondità nei concetti espressi con schiettezza e disinvoltura, grande maturità nel valutare con giudizio il loro mondo social e tanto contagioso entusiasmo nei loro propositi.

Sono guidati da Don Antonio, giovane Sacerdote della Diocesi di Siena, carismatico e pragmatico: pochi riferimenti astratti e molta concretezza nell’invito a vivere dovunque ed ogni giorno la Fede in Dio, che in genere decresce con l’età e che, invece, deve mantenere la giocosa radicalità propria degli adolescenti.

Presenti numerosi ospiti anche in rappresentanza dei Club Service cittadini.

Un grazie al fantasioso ed attivissimo Presidente Giovanni Di Maggio che ha procurato, con semplicità ed accuratezza, una serata davvero giovane, più che sui giovani, destinata a sortire benefici effetti su un Club che proprio giovane non è.

Ad maiora!

 

Antonio Ciacci

Club di Aversa. Si conclude il percorso annuale della Scuola di Filosofia


Si concluderà martedì 16 aprile 2019 alle ore 9,30, nella sala Guitmondo del Seminario Vescovile di Aversa, l’edizione 2018-2019 della “Scuola di Filosofia”, percorso didattico-formativo ideato e realizzato da Serra club Aversa.

La scuola di filosofia, diretta dal prof. Antonio Serpico e giunta quest’anno alla settima edizione, si propone di guidare i giovani studenti all’elaborazione di un pensiero autonomo e critico sulla vocazione alla vita, alle scelte esistenziali, alla libertà individuale.

In quest’ottica s’inquadrano anche le tematiche che, ogni anno, vedono impegnati gli istituti del territorio che partecipano al concorso: la scelta del tema monografico dell’edizione 2018-2019, ovvero “Totalitarismi e dignità umana in Hannah Arendt”, è stato condiviso con i docenti delle scuole partecipanti ed è nato dall’esigenza di trattare un periodo storico europeo, in cui è stata compromessa la dignità umana, calpestata da regimi totalitari disumani. Come hanno appreso, assimilato e rielaborato gli argomenti trattati i discenti, sarà evidente in questo incontro conclusivo, con la presentazione dei lavori, delle ricerche, dei contributi di ciascuno e dei gruppi di studio.

All’evento sono stati invitati i Dirigenti scolastici dei licei in rete, delle scuole di primo grado, la direttrice della Casa circondariale “ F. Saporito” , i docenti referenti, le autorità civili del nostro territorio, esponenti della cultura aversana.

Il Vescovo di Aversa, Mons. Angelo Spinillo, in dialogo con i nostri cari giovani e giovanissimi, consegnerà gli attestati di partecipazione agli studenti ed ai docenti .

Prof.ssa Maria Luisa Coppola

“Un passo avanti nell’ascolto dei giovani”. Commento all’Esortazione Christus Vivit

La ricchezza di contenuti del Sinodo svoltosi lo scorso ottobre, oltre a mettere i giovani al centro dell’attenzione della Chiesa, ha posto anche molte domande su come vivere l’esperienza generativa della fede cristiana. Domande non facili che hanno trovato risposte nell’Esortazione Apostolica post-sinodale, che Papa Francesco ha firmato nella Santa Casa di Loreto il 25 marzo 2019, affidandosi alla Vergine Maria nella solennità dell’Annunciazione del Signore, con cui interpreta, approfondisce e commenta l’essenza stessa del Sinodo dei Giovani.... Continua a leggere