Club Pontremoli-Lunigiana: apertura anno sociale

Lo scorso fine settimana si è svolta la cerimonia di apertura dell’anno sociale 2021/2022 del Serra Club Pontremoli-Lunigiana, alla cui presidenza, per il prossimo biennio è stata designata la Dott.ssa Rossi Patrizia.

Un buon numero di soci si è ritrovato presso l’Istituto delle Suore Missionarie del Lieto Messaggio per la celebrazione della Santa Messa officiata dal Cappellano del Club Mons. Antonio Costantino Pietrocola.

La celebrazione, molto sentita e partecipata è stata caratterizzata dal ricordo del Santo del giorno S. Giovanni Paolo II, su cui il Cappellano ha incentrato l’omelia citando le sue parole: “Non abbiate paura! Aprite, anzi spalancate, le porte a Cristo” e ricordando ai presenti che l’affidarsi alla Misericordia di Dio e metterlo al primo posto della vita è fondamentale per ogni credente.

La serata è poi proseguita con una conviviale in sincera amicizia e con la gioia dei partecipanti di essersi potuti ritrovare, dopo un lungo periodo di restrizioni, in presenza.

La Presidente, al termine della piacevole serata, ha dato appuntamento per il prossimo incontro che sarà tenuto sulla figura di San Giuseppe in occasione del 150° anniversario della dichiarazione del Santo quale Patrono della Chiesa Universale. – em

Club di Roma. Conviviale di apertura del nuovo anno sociale.

Si è svolta ieri 21 ottobre, presso la “Casa Bonus Pastor”, alla presenza del Sig. Governatore del Distretto 72 Avv. Marcello Bonotto, la cerimonia di apertura dell’anno sociale 2021/2022 del Serra Club di Roma. Assieme ai soci ed agli invitati, era presente Suor Stella del Mare, quale incaricata delle vocazioni della Provincia “Madonna di Loreto” (Italia-Albania-Grecia) dell’Istituto “Serve del Signore e della Vergine di Matara’”, in rappresentanza del medesimo Istituto religioso.

Dopo la Santa Messa officiata dal Cappellano del Club, Mons. Vittorio Formenti, e concelebrata da Padre Giovanni Pucci, il neo presidente Dott. Roberto Razzano ha dichiarato aperto il nuovo anno sociale, auspicando che possa essere sereno e proficuo per tutti, ricco di esperienze ma, soprattutto di sincera amicizia e di gioia di ritrovarsi insieme dopo il lungo periodo che ci ha visti lontani, distanti e isolati a causa della nota, devastante pandemia.

È stata, altresì, ricordata la figura esemplare del Cav. di Gr. Cr. Avv. Franco Carolei, già Presidente del Serra Club di Roma, recentemente scomparso.

 

A seguire, Mons. Vittorio Formenti ha magistralmente illustrato il tema dell’anno: “Vivere le beatitudini è rendere eterno quello che passa. È portare il Cielo in Terra”, coinvolgendo al massimo l’attenzione dell’uditorio sull’argomento che rappresenta il più grande atto di speranza cristiano.
Al termine, il Sig. Governatore Avv. Marcello Bonotto ha rivolto un saluto ben augurante a tutti i presenti manifestando la vicinanza e l’incoraggiamento di tutto il Distretto.
La consueta conviviale ha concluso la serata ricca di emozioni e di gioia per il ritrovato spirito di affiatamento e condivisione serrana.

Roberto Razzano

Club di Prato. Apertura del nuovo anno sociale

Il Serra Club di Prato si è ritrovato alle 18:30 presso la Chiesa di San Fabiano in Seminario Vescovile per la celebrazione della Santa Messa Eucaristica celebrata dal Cappellano nonché Rettore del Seminario Monsignor Daniele Scaccini che è stato nominato nuovo Vicario Generale Diocesano il 1 Settembre e ha concelebrato Monsignor Basilio Petrà per dare inizio al nuovo anno sociale.

Nell’omelia Don Daniele si è soffermato sul brano del Vangelo di Marco sul giovane ricco che chiede a Gesù che chiede cosa fare per ottenere la vita eterna.

Don Daniele ha ricordato che servirsi di Dio non è la stessa cosa che seguirlo; portare una fede vera e autentica va oltre gli aspetti religiosi, che contano, ma fino ad un certo punto.

Quando Gesù vede i suoi discepoli rimasti nel dubbio su chi si sarebbe salvato un giorno chiarisce il tutto dicendo cosi: “Impossibile presso gli uomini ma non presso Dio, perché tutto è possibile verso di lui”. Il discorso di Gesù non è una condanna verso i ricchi, ma su come vengono usate le ricchezze, perché se ne viene fatto buon uso, è possibile fare grandi cose, come aiutare chi si trova nel bisogno, altrimenti diventa una forma di idolatria che genera egoismo.

Alla fine dell’omelia Don Daniele fa una breve citazione sul venerabile Renzo Buricchi (1913-1983), tabaccaio pratese in fase di beatificazione, che visse nell’amore verso la Chiesa e verso Cristo.  Dopo la Messa c’è stato un breve discorso di saluto fatto dal Dottor Stefano Guarducci, Presidente in carica per questo anno ovvero il  che si è complimentato ed ha ringraziato i presenti alla serata iniziale con la speranza di poter svolgere il programma annuale.

Successivamente ci siamo spostati verso la storica Trattoria Lapo che è in Piazza Mercatale per la cena perché le misure anti Covid 19 non ci permettono ancora di poter fare le serate nel refettorio del seminario fino allo scorso anno ma la cosa bella è che ci rivediamo dal vivo con le nostre attività

 

Marco Giraldi

Club di L’Aquila. Una Lauda di Celestino e il pianto senza tempo di Maria.

Mercoledì 15 settembre 2021 alle ore 18,30 presso la Chiesa del Suffragio in p.za Duomo, il Serra Club di L’Aquila, ha organizzato un incontro sul tema “Una Lauda di Celestino e il pianto senza tempo di Maria“, in occasione della ricorrenza liturgica della Beata Maria Vergine Addolorata.

La Chiesa, popolarmente detta “delle Anime Sante“ è stata edificata successivamente al terremoto del 1703 a ricordo delle vittime, e rappresenta la massima espressione dell’architettura barocca aquilana del XVIII secolo.

All’interno della chiesa è stata realizzata, dopo il terremoto del 2009, la Cappella della memoria a ricordo delle 309 vittime.

Dopo il saluto della Segretaria Generale della Consulta Diocesana delle Aggregazioni laicali, Assunta Graziosi, e l’intervento di Don Alessandro Benzi, la Presidente Nazionale Paola Poli, ha introdotto il tema mettendo in evidenza l’importanza del Codice di Papa Celestino V, da cui è tratta la “Lamentatio Beate Marie de Filio“.... Continua a leggere

Il Serra Club di Asti riprende le attività sociali

Giovedì 30, presso la chiesa di San Paolo ad Asti, il Serra Club  si è radunato con l’assistente don Carlo Rampone, per iniziare a pensare ai progetti dell’anno, partendo dalla celebrazione eucaristica.

La comunità di San Paolo e padre Luigi Testa del Marello hanno accolto i soci e la messa ha costituito un dolce momento di spiritualità e raccoglimento.

Al gruppo di Astigiani presenti si sono aggiunti anche alcuni amici di Torino, che si sono uniti al Club astigiano proprio per collaborare insieme. ... Continua a leggere

Nasce il Serra Club di Oppido Mamertina – Palmi

 

Il 31 luglio 2021, nel giorno dedicato a Sant’Ignazio di Loyola, in un caldo pomeriggio di un’estate torrida come mai prima in Calabria, nella Sala Vescovile della Comunità di Oppido Mamertina sono convenuti in tantissimi da tutta la Diocesi, e da varie parti d’Italia, per la Cerimonia di incorporazione del Club di Oppido Mamertina – Palmi al Serra International.

La Presidente del Club, Antonietta Bonarrigo, ha ripercorso in apertura di cerimonia le fasi salienti del cammino che ha portato alla nascita del Club, fortemente voluta – ha sottolineato – dal Vescovo diocesano Mons. Francesco Milito, da sempre attento e sensibile ai mutamenti del costume e della società e che anche attraverso uno strumento associativo quale il Club Serra mira a rendere più pregnante e incisiva l’azione pastorale in un territorio preda di antichi mali e nuove criticità. La Presidente del Club ha presentato il Serra quale “una realtà associativa che riconosce l’alta funzione spirituale che la Chiesa Cattolica espleta nel mondo di oggi, in questa nostra società contemporanea investita sempre più da profondi e continui mutamenti etico-morali e socio-culturali, Chiesa che svolge in ogni ambito un ruolo determinante e cruciale per il miglioramento delle condizioni di vita delle persone, specie se in difficoltà, operando e agendo con competenza, ma soprattutto con amore e generosità”.

Dopo la presentazione del direttivo e dei soci, la Presidente Bonarrigo ha illustrato il programma ispirato al tema dell’anno sociale Vivere le beatitudini è rendere eterno quello che passa. È portare il cielo in terra. Infine, ha aggiunto che “il Club Serra di Oppido Mamertina-Palmi si avvia verso questa nuova esperienza con l’entusiasmo dei neofiti ma con lo sguardo fiducioso rivolto al futuro, nella consapevolezza delle difficoltà di chi avvia per la prima volta una proposta associativa nuova, ma con la certezza di avere accanto le persone giuste che sapranno consigliare, orientare, per svolgere attività congruenti con gli obiettivi del Serra International, per offrire il suo modesto contributo alla Chiesa Diocesana e al Seminario, mettendo a disposizione capacità personali e professionali, in modo volontario e gratuito”.

Subito dopo, la Presidente Nazionale Paola Poli ha sottolineato come, nonostante il difficile periodo pandemico, nella Piana di Gioia Tauro è germogliato qualcosa di straordinario con il nuovo Club. Ricordando la sua esperienza a L’Aquila, ha detto che “non bisogna adorare le ceneri ma custodire il fuoco. Ed è quello che cerchiamo di fare attraverso il Serra Club”. Proprio la nascita del Club è un segno per guardare con speranza al futuro.

A seguire, non senza emozione, Michele Montalto, Governatore Distretto 77 Sicilia Calabria – che ha donato al nuovo club il gonfalone, una borsa di studio per un seminarista e la statuetta di San Junipero Serra – ha detto: “È un onore e un privilegio iniziare il mio servizio con l’apertura di un nuovo Club che rappresenta per il distretto la nascita di un figlio, che io aiuterò in ogni momento della sua vita”.

Il Past Governatore, Mariuccia Lo Presti, ha portato il saluto e gli auguri di Emanuele Costa e Giuseppe Miccoli, Trustees di Serra International, che hanno accolto il nuovo club nella famiglia del Serra “presente in cinque continenti e in 35 nazioni; una famiglia non solo per tutti noi soci, ma anche per i nostri cari sacerdoti e religiosi ai quali la nostra attenzione e il nostro affetto sono rivolti”.

Oreste Arconte, Presidente del Club di Reggio Calabria, nel suo intervento si è soffermato sull’importanza dell’unione dei serrani con i pastori della Chiesa. Infine, Mons. Francesco Milito ha sottolineato l’importanza del momento fondativo, paragonabile – ha detto – alla nascita di un bambino, atteso con immensa gioia. “Ora impegniamoci – ha concluso il Vescovo – tutti insieme affinché il nostro club diventi un cenacolo di preghiera e un simposio di cultura”. Dopo la consegna della Charter, da parte di Cesare Gambardella per il Serra International insieme alla Presidente Nazionale Paola Poli, e dei distintivi ai soci, è seguito uno scambio di doni simbolici segno di amicizia.

L’avv. Ferdinando Iacopino Presidente del Lions Club Gioia Tauro ha donato il guidoncino del Lions, il dott. Maurizio Di Profio presidente fondatore del Kiwanis Club Palmi-Piana nonché delegato dal dott. Marcello Leonello per l’ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, si è complimentato per la nascita del nuovo Club.

L’evento si è concluso con la celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Milito nell’antica Cattedrale di Oppido Mamertina, e con una conviviale negli spazi all’aperto del Seminario.

L’incontro per la consegna della Charter è stato incorniciato – nei giorni precedenti e seguenti – da momenti di visita nel territorio di Oppido, Palmi e sull’Aspromonte, in cui si sono vissuti momenti di fraterna amicizia tra i membri del club provenienti da diversi Distretti.

Caterina Sorbara, Vicepresidente Comunicazioni Serra Club di Oppido Mamertina – Palmi
 


 

Club di Roma. Chiusura anno sociale e passaggio di consegne

Alla data del 30 giugno si chiude, come da tradizione ormai consolidata, l’anno sociale dei Club del Serra Italia. Una scadenza che ha interessato anche il Serra Club di Roma, con l’incontro svoltosi il 19 giugno, che ha avuto come punto centrale il duplice il passaggio di consegne tra i Presidenti del Club e i Governatori del Distretto 72.

Una giornata di notevole interesse e di grande condivisione, che si è svolta presso la Casa Bonus Pastor del Vicariato di Roma, iniziata con la celebrazione della Santa Messa, officiata dal nostro Cappellano, Mons. Vittorio Formenti, nella Cappella dei Beati Protomartiri romani.... Continua a leggere

 

Cosimo Lasorsa

Club di Palermo. Impegni di fine anno sociale.

Carissime amiche e carissimi amici del Serra Club di Palermo,

l’anno Serrano 2020-2021 volge ormai al termine. E’ stato un anno fortemente condizionato dall’emergenza sanitaria che ci ha costretti a rinunziare alle riunioni in presenza ed ai momenti conviviali. Ma non ci siamo fermati: abbiamo continuato a incontrarci con gioia in occasione delle Celebrazioni Eucaristiche che il nostro Arcivescovo ed il Rettore del Seminario hanno presieduto per noi ed inoltre abbiamo organizzato in videoconferenza diversi incontri di arricchimento culturale e spirituale e tutto questo ci ha consentito di rimanere uniti tra di noi e vicini alla Comunità del Seminario alla quale, pure nei momenti più difficili, abbiamo cercato di non fare mai mancare il nostro affetto ed il nostro concreto sostegno. ... Continua a leggere

 

 

Club di Palermo. Impegni per maggio 2021.

Carissime amiche e carissimi amici del Serra Club di Palermo,

anche in questi tempi segnati dalla pandemia, l’annuncio della Resurrezione ha vivificato la nostra Fede e riempito di gioia i nostri cuori.

In occasione di questa Santa Pasqua una gioia in più l’ha donata a noi Serrani palermitani una affettuosa lettera con la quale Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Paolo Romeo, Arcivescovo emerito di Palermo, ha voluto farci sapere che “accompagna con il pensiero e con la preghiera le varie lodevoli iniziative” del nostro Club e che augura a tutti noi “che la luce che si sprigiona dal costato squarciato del Cristo Risorto sia sorgente di nuova vita e fonte di ogni grazia”. Siamo particolarmente lieti e profondamente grati di questo affettuoso pensiero di Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Paolo Romeo che, con la stessa paterna benevolenza con la quale è stato costantemente vicino al nostro Club negli anni del Suo Alto Ministero palermitano, continua sempre a sostenerci con la Sua autorevole attenzione per le nostre attività.

In prossimità della Santa Pasqua abbiamo ricevuto un’affettuosa lettera anche da parte della Comunità del Seminario e ne ho dato lettura a quelli di Voi che erano presenti alla Celebrazione Eucaristica del 26 marzo. E’ una lettera molto bella che prende spunto dalla nostra recente donazione dei libri necessari alla formazione dei Seminaristi per ringraziare calorosamente tutti i Serrani della “generosità e vicinanza e del continuo sostegno” nei confronti del Seminario. La lettera, che inizia con il versetto dell’Evangelista Matteo “il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà” (Mt 6,3), prosegue sottolineando l’importanza della presenza e dell’attività del Serra Club di Palermo perché è “particolarmente necessario che tutto il Popolo Santo di Dio si renda protagonista in prima persona della formazione e della crescita dei futuri pastori” ed in conclusione esprime “una riconoscenza che si trasforma in preghiera per ciascuno di noi, per le nostre famiglie e per le nostre comunità”.

Peraltro in questo tempo di Pasqua numerosi sono stati i segni della Grazia perché tanti giovani del nostro Seminario sono andati avanti nel loro cammino vocazionale: a Castelvetrano il 10 aprile Daniele La Porta ha ricevuto il Ministero del Lettorato e l’11 aprile Erasmo Barresi è stato ammesso tra i candidati all’Ordine Sacro; ed ancora a Trapani il 25 aprile Antonino Castelli e Matteo Peralta hanno ricevuto, rispettivamente, il Ministero del Lettorato ed il Ministero dell’Accolitato. Come sempre abbiamo accompagnato con le nostre preghiere tutte queste importanti tappe del percorso di Fede dei nostri Seminaristi, anche se, purtroppo, le limitazioni imposte dalla perdurante emergenza sanitaria ci hanno impedito di essere presenti alle Celebrazioni.

Un’altra bella notizia è che la nostra Socia e past-Presidente, nonché attuale Governatrice del Distretto Serra 77, la prof.ssa Mariuccia Lo Presti, ci ha dato la sua affettuosa disponibilità a parlarci sul tema “Giuseppe uomo giusto (Mt. 1-2)”. Siamo particolarmente grati alla nostra Mariuccia, della quale tutti conosciamo ed apprezziamo le qualità personali ed accademiche, perché ci offrirà l’interessante opportunità di riflettere sulla figura di San Giuseppe proprio nell’anno che Sua Santità Papa Francesco ha voluto dedicare a questo grande Santo che è modello di rettitudine, di modestia e di accoglienza con fiducia e coraggio della volontà di Dio. A causa del protrarsi delle limitazioni e delle incertezze causate dalla pandemia, dovremo ascoltare questa bella relazione in videoconferenza e quindi ci incontreremo “virtualmente” venerdì 14 maggio alle ore 18,30 collegandoci ciascuno da casa propria con il proprio computer: in prossimità del momento dell’incontro riceverete per E-mail e per WhatsApp le indicazioni per il collegamento alla videoconferenza.

Con l’occasione mi fa piacere richiamare ancora una volta la Vostra attenzione sulla Fondazione Serra e sull’importante funzione di sostegno alle vocazioni che svolge in tutta Italia mediante, tra l’altro, l’erogazione di Borse di Studio a favore di Seminaristi che necessitano di sostegno. La Fondazione opera avvalendosi dei fondi del “5×1000” e quindi, in questo periodo di adempimenti fiscali, esorto tutti ad inserire nella prossima dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato alla destinazione del “5×1000” il codice fiscale della Fondazione Italiana di Religione Beato Junipero Serra: codice fiscale 95018870105.

E’ una scelta che non ci costa nulla e che ci consente di contribuire concretamente al sostegno che la Fondazione offre ai Seminaristi ed ai Seminari come quello di Palermo.

OMISSIS

Con i più affettuosi saluti

Roberto Tristano

 

 

Club di Palermo. Impegni per marzo 2021.

Carissime amiche e carissimi amici del Serra Club di Palermo,

ci avviamo a trascorrere un’altra Santa Pasqua in tempo di pandemia. E’ trascorso un anno  dall’inizio dell’emergenza sanitaria e, nonostante l’avvio delle vaccinazioni, la diffusione  del contagio non appare ancora pienamente sotto controllo. 

In questa situazione, nell’attesa che il procedere delle vaccinazioni produca gli effetti  sperati, dobbiamo ovviamente continuare a rispettare tutte le cautele e le limitazioni previste  dalle normative di contenimento del contagio e quindi per la nostra consueta preparazione  alla Santa Pasqua abbiamo preferito organizzare un incontro di preghiera in un ambiente non  aperto al pubblico che sia riservato a noi Serrani, ai nostri familiari ed agli amici che  vorremo invitare, in modo da riunirci in sicurezza e tranquillità. 

Ci incontreremo quindi venerdì 26 marzo alle ore 18,30 nella Cappella del  Seminario (Chiesa di S. Maria di Monte Oliveto in via Incoronazione n. 1) per una  Celebrazione Eucaristica nel corso della quale ascolteremo in preparazione della Santa  Pasqua le riflessioni di Mons. Silvio Sgrò, Rettore del Seminario Arcivescovile di  Palermo. Sarà un bel momento di preghiera e, con l’occasione, daremo il benvenuto nel  nostro Club al nuovo Socio Armando Speciale al quale consegneremo ufficialmente il  distintivo. 

Per chi volesse posteggiare l’auto ovviando alle limitazioni della ZTL il Rettore mette  affettuosamente a disposizione il cortile interno del Seminario accessibile dal cancello sul  retro (via Matteo Bonello). 

Con l’occasione ho il piacere di comunicarVi che, come preannunciato nella precedente  circolare, nelle scorse settimane abbiamo completato la consegna dei premi del nostro  Concorso Scolastico 2019/2020. Il protrarsi dell’emergenza sanitaria ha reso impossibile la  tradizionale cerimonia pubblica di premiazione collettiva, già prevista per l’anno scorso, e  quindi abbiamo dovuto recarci presso le singole scuole per consegnare individualmente i  premi agli studenti selezionati. Su espressa richiesta dei Dirigenti Scolastici è stato  necessario limitare le presenze a quelle strettamente necessarie, in modo da ridurre i rischi di  contagio, ma abbiamo avuto in ogni scuola un pubblico attento ed abbiamo riscontrato  simpatia ed apprezzamento per l’attività del Serra.

Nelle scorse settimane sono state consegnate pure le Borse di Studio che la Fondazione  Italiana di Religione Junipero Serra ha recentemente assegnato a due Seminaristi del  Seminario di Palermo. Negli ultimi anni la Fondazione ha sempre accolto le domande di  Borse di Studio proposte dal nostro Club e dal nostro Distretto a favore di Seminaristi  palermitani ed è davvero consistente il numero e l’importo complessivo di queste Borse. A  riguardo desidero evidenziare che le disponibilità finanziarie della Fondazione sono alimentate esclusivamente da donazioni volontarie e dai fondi del “5×1000” e quindi esorto tutti ad inserire nella prossima dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato alla  destinazione del “5×1000” il codice fiscale della Fondazione Italiana di Religione Beato  Junipero Serra

codice fiscale 95018870105 

Sarà un modo per contribuire concretamente al sostegno che la Fondazione offre ai  Seminaristi ed ai Seminari come quello di Palermo. 

Ricordo infine ai pochissimi che non hanno ancora provveduto che sono in riscossione  le quote associative per il corrente anno 2020/2021: solo il regolare pagamento delle quote consente al nostro Club di offrire un concreto sostegno al Seminario ed ai Seminaristi i cui bisogni, in questo difficile tempo di pandemia, sono aumentati. 

La quota annuale è sempre di euro 350,00 e – in questo momento di emergenza sanitaria  che rende difficile incontrarsi – potrà essere versata con bonifico bancario sul conto corrente  intestato al Serra Club di Palermo presso l’Agenzia 15 di Palermo del CREVAL – Credito  Siciliano (IBAN: IT 92 B 05216 04616 0000 0000 2067). 

Chi preferisse pagare comunque in contanti o con assegno potrà contattarmi per concordare come provvedere. 

Desidero concludere questa lettera, che porta la data dell’8 marzo, con un pensiero alla  più Santa tra le donne, la Beata Vergine Maria, alla cui intercessione voglio affidare noi del  Serra Club di Palermo – donne ed uomini – e tutti i nostri cari.

Con i più affettuosi saluti,

Roberto Tristano