Banca Etica e Dottrina sociale della Chiesa al Club di Ferrara

Di finanza “diversa”, anzi “etica”, si è parlato al Serra Ferrara, il sodalizio fondato dall’indimenticato dottor Romeo Sgarbanti già presidente della Camera di Commercio ed esponente di spicco del mondo cattolico. Ospiti dell’incontro, coordinato dal presidente del club Alberto Lazzarini, erano tre esponenti di Banca Etica: il coordinatore di area Enrico Calore, la consulente finanziaria Annamaria Bernini e Alberto Mambelli già coordinatore.

La finanza ovviamente è importante, anzi indispensabile, per muovere l’economia. Ma …deve avere un’anima e cioè dev’essere finalizzata a risolvere problemi autentici, veri, non a fare speculazione. Di qui l’affermazione che “c’è finanza e finanza”. Banca Etica, come hanno ricordato i relatori, raccoglie e impiega denaro come tutte le banche ma esamina anche eticamente la sua provenienza e la destinazione, l’utilizzo. Di qui la particolare attenzione verso le esigenze di settori specifici dell’economia e della socialità come cooperazione sociale e agricoltura biologica, energia pulita, legalità e cooperazione internazionale; si tratta di settori particolarmente votati al bene comune. Va da sé la forte assonanza fra i valori di Banca Etica e la Dottrina sociale della Chiesa.

Come ha ricordato Calore, è in crescita la presenza di questa realtà bancaria nella nostra area dove opera senza sportelli ma attraverso l’attività professionale di una funzionaria (Annamaria Bernini). La raccolta (il risparmio affidato alla banca) supera i 15 milioni suddivisi in conti correnti e in fondi specifici, etici. Gli impieghi sfiorano i 3 milioni. Alberto Mambelli, a lungo coordinatore, ha narrato la nascita della banca a fronte di un’esigenza che tante persone avvertivano. Poi la forte e costante crescita; infine la creazione dei Gruppi di iniziative territoriali, fra cui quello di Ferrara, appunto guidato da Enrico Calore e composto da 11 mem

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.