Articoli

Club di Reggio Calabria. Premiati i vincitori del Concorso Scolastico.

Il tema del Concorso voluto dal Club Serra International Italia con i quali gli alunni delle scuole reggine di ogni ordine e grado si son dovuti confrontare racchiude due parole chiave per noi Cattolici: l’amore e il perdono. Sulla traccia che recita “ In un mondo che ha bisogno di amore, non si può vivere senza perdono”, i ragazzi si sono commisurati con se stessi e la società piena di contraddizioni in cui oggi vivono, esprimendo il loro punto di vista attraverso la poesia, la prosa, disegni e videoclip secondo la sensibilità e l’età di ognuno di loro.

La cerimonia si è svolta giovedì 27 aprile nella Aula Magna del Seminario Arcivescovile Pio XI di Reggio Calabria . Un appuntamento organizzato dal Club Serra di Reggio Calabria e che si rinnova da 18 anni grazie all’impegno dei soci serrani, il diacono e già Preside prof. Santo Caserta e la prof.ssa Gabriella Gangemi. Presenti il Rettore del Seminario, i seminaristi, i Dirigenti Scolastici, gli insegnanti, i genitori, i parenti e i compagni di classe dei premiati. Il presidente Oreste Arconte ha ringraziato le Scuole, i Dirigenti Scolastici e gli insegnanti che hanno aderito all’invito del Serra Club reggino e particolarmente gli alunni per l’impegno e serietà con la quale hanno affrontato ed approfondito il difficile e complesso tema. Nel corso della premiazione i ragazzi hanno presentato i loro lavori spiegando il contenuto. Simone ha realizzato il suo videoclip ispirandosi alla preghiera del Padre Nostro: “Rimetti i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori”. Alessandro ha scisso la parola “Perdono” in “Per Dono”, spiegando che il perdono è un dono che viene direttamente dalla Misericordia di Dio. Il Rettore don Nino Pangallo si è molto compiaciuto ed ha dichiarato che questi appuntamenti sono importanti perché mettono in contatto il mondo esterno con il Seminario che non è solo un bel edificio per chi ci passa davanti, ma un luogo di formazione, vivo. Dentro questo edificio, aperto negli anni ‘30 del secolo scorso, ha proseguito in Rettore, ci sono 21 ragazzi più 3 del propedeutico che hanno fatto una scelta di vita coraggiosa rispondendo ad una precisa chiamata, alla Chiamata di diventare Ministri di Dio, sacerdoti della chiesa Cattolica reggina. La Cerimonia è stata condotta dalla prof.ssa Gabriella Gangemi e membro della giuria e si è conclusa presentando ai convenuti i cinque seminaristi che il 24 giugno in cattedrale saranno consacrati presbiteri da mons. Fortunato Morrone, l’arcivescovo di Reggio Bova.

I Premiati:

Scuola Primaria “Telesio . Ciraolo” di Reggio Calabria

Premiato: Alunno Francesca Scappatura, Classe V/A – Per disegno

Dirigente Scolastico: Marisa Maisano.

Scuola Primaria “Melia” – Scilla (RC)

Premiato: Alunno Antonio Cosoleto, Classe IV/A Per elaborato

Scuola Secondaria di Primo Grado “Minasi”

Alunno Vincenzo Gaietti, classe III/A Per elaborato

Alunno Simone Torricone, classe II/A per videoclip

Dirigente Scolastico: Daniela Panzera

Scuola Primaria di Primo Grado “Telesio – Criaolo” (RC)

Alunna Emili Michelle, classe V/B Per elaborato

Dirigente Scolastico: Marisa Maisano

Scuola Secondaria di Primo Grado “C. Alvaro – Giudice Scopelliti” (RC)

Alunni Mattia Lia, Federica Maria Malavenda, Giudo Polimeni, Carol Ventura, Classe III/D. per la poesia “Il perdono”

Dirigente Scolastico: Adriana Labate

Liceo Scientifico “Alessandro Volta”, (RC)

Alunna/o Emanuela Foti , Classe II/D – poesia “Il perdono”

Giuseppe Festa, Classe II/D – poesia “Cerco la pace”

Dirigente: Marisa Monterosso

Istituto Tecnico Economico “Raffaele Piria” (RC)

Alunno Matteo Iero, IV/SIB – Per elaborato

Dirigente: Anna Rita Galletta – Rappresentata dalla prof.ssa Graziella Condello

 

Il Presidente

Oreste Arconte

Il Seminario Pio XI non chiude, soddisfazione del Club Serra di Reggio

Il Presidente ed i soci del Serra Club di Reggio Calabria, associazione cattolica che da oltre venti anni assiste ed accompagna con particolare afflato e vicinanza i seminaristi del “Pio XI” di Reggio nel loro percorso di formazione, desiderano manifestare la loro incontenibile gioia ed il loro compiacimento per la notizia ufficiale, da poco diffusa, circa l’annullamento dell’ipotizzato trasferimento del Seminario Arcivescovile di Reggio Calabria a Catanzaro. Per tale ragione esprimono i loro fervidi sentimenti di ringraziamento a Papa Francesco, per le toccanti parole che ha voluto oggi indirizzare al clero calabrese, in occasione dell’udienza riservata in Vaticano, ed ancora al nostro Arcivescovo mons. Fortunato Morrone, che con grande sensibilità, prestando ascolto alle invocazioni del Suo popolo, ha ritenuto di archiviare l’ipotizzato trasferimento di una struttura, che anche grazie alla saggia guida dei vari rettori che si sono succeduti nel tempo, ed oggi anche grazie all’attuale rettore, don Nino Pangallo, riesce ad accogliere e formare giovani reggini e non, che chiamati dal Signore sentono di dover dedicare a Lui la loro vita consacrata. I Serrani inoltre ringrazio tutte le organizzazione socio politiche, culturali e i numerosi cittadini che accogliendo il nostro preoccupato appello hanno fatto da cassa di risonanza manifestando il grande affetto che la città tutta nutre per il nostro Seminario Arcivescovile. Il Club Serra di Reggio Calabria, fa proprie le parole del Santo Padre, e nel confermare il loro costante impegno nel supporto ai giovani seminaristi ed ai loro formatori, auspicano che il nostro amato Arcivescovo, al quale rinnoviamo la nostra incondizionata stima e collaborazione, che ben conosce il vissuto del seminario reggino, in un programma futuro, obbligato o necessario di riduzione dei seminari, per ottimizzazione delle risorse e del personale, si adoperi affinché il nostro seminario rimanga aperto ed operativo, stante che esso si è sempre distinto a livello regionale e nazionale, ed è anche in condizione di poter accogliere i seminaristi di altre strutture minori, destinate alla chiusura. Ci si augura che prima di assumere decisioni drastiche, gli Organi competenti si soffermino sul vissuto di ciascuna struttura, e meditino a lungo sulle odierne parole del Santo Padre, il quale non ritiene di imporre nulla ma solo di suggerire e consigliare con grande umiltà, soluzioni possibili, accettabili e soprattutto condivise non solo dai seminaristi ma anche da quanti gravitano attorno a loro per facilitare e supportare il loro percorso di formazione. Ringraziamo San Junipero Serra la sua santa intercessione.

Reggio Calabria, il Club Serra premia gli studenti

Prendersi cura di se stessi e degli altri per un mondo migliore è il titolo che il Club Serra Internazionale Italia ha scelto per il XVII Concorso Scolastico per le Scuola Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado.

A Reggio, sotto la guida e l’impegno del preside diacono prof. Santo Caserta e la collaborazione della prof.ssa Gabriella Gangemi, entrambi soci del Club Serra di Reggio Calabria, Distretto Sicilia Calabria, hanno aderito l’I.C. “Raffaele Piria” di Scilla, l’I.C. “Telesio-Montalbetti” ed il Liceo Scientifico “A. Volta di Reggio Calabria.

Dall’I.C. “R. Piria” di Scilla, dirigente scolastico, dott.ssa Daniela Panzera, hanno partecipato 24 alunni della Primaria e 10 alunni della Secondaria di Primo Grado. Dall’I.C. “Telesio-Montalbetti” di RC, Dirigente Scolastico, dott.ssa Marisa Maisano, hanno partecipato 2 alunni della Secondaria di Primo Grado, mentre, dal Liceo Scientifico “A. Volta”, Dirigente Scolastico, Dott.ssa Maria Rosa Monterosso, hanno partecipato 53 alunni.

Alla cerimonia di premiazione che si è svolta, giovedì 19 maggio, nel Salone del Seminario Arcivescovile Pio XI di Reggio Calabria alla presenza di S. E. mons. Fortunato Morrone, sono stati presenti i soci serrani reggini che dal 2003 operano accanto al Seminario per il sostegno delle vocazioni sacerdotali e della vita consacrata, don Antonino Pangallo il Rettore, i dirigenti scolastici, gli insegnanti, gli alunni e gli studenti premiati accompagnati dai genitori, parenti ed amici.

L’Arcivescovo di Reggio Bova, mons. Morrone nel suo intervento, rifacendosi al titolo del Concorso, ha esortato i ragazzi ed i giovani a prendersi cura di se stessi perché ognuno di loro sono unici e irripetibili. Solo se ci prendiamo cura di noi stessi possiamo prenderci cura degli altri.

Don Antonino Pangallo, il Rettore, rivolgendo a nome della Comunità del Seminario reggino il saluto di benvenuto ai convenuti, ha sottolineato che il Seminario appartiene alla città, è dentro la città. Esso è il luogo della preghiera! Il luogo dove si formano i nuovi sacerdoti della nostra Diocesi. Per tutti coloro che vogliono venire a trovarci le porte sono sempre aperte.

Il presidente del Club Serra di Reggio Calabria, Oreste Arconte, dopo aver ringraziato l’arcivescovo per la sua preziosa presenza, il Rettore del Seminario per l’ospitalità, i Dirigenti Scolastici e il corpo insegnanti per aver accolto con entusiasmo la proposta, gli alunni e tutti i presenti, ha svelato la figura di san Junipero Serra al quale si ispira il Club. Arconte ha ricordato, inoltre, che il Club nasce negli Stati Uniti all’inizio del secolo scorso e oggi è diffuso in tutti i cinque Continenti del Pianeta. Conclude spiegando le sue nobili finalità.

Per la Scuola Primaria Sara Sofi della II/A e Salvatore Carbone della IV/A dell’I.C. “R. Piria” di Scilla. Per la Secondaria di Primo Grado Domenico Massara III/D dell’ I.C. “Telesio-Montalbetti” Di Reggio Calabria e Miryam Fatima Pontillo III/A dell’I.C. “R. Piria” di Scilla. Per il Liceo Scientifico “A. Volta” Martina Camilla Felicissimo I/D e la Classe IV/C.

La Manifestazione si è conclusa con la Santa Messa, celebrata nella Cappella Maggiore del Seminario e la conviviale con i seminaristi a chiusura dell’anno sociale 2021/2022.

La premiazione del concorso scolastico a Reggio Calabria

Prendersi cura di se stessi e degli altri per un mondo migliore è il titolo che il Club Serra Internazionale Italia ha scelto per il XVII Concorso Scolastico per le Scuola Primaria e Secondaria di Primo e Secondo Grado.
A Reggio, sotto la guida e l’impegno del preside diacono prof. Santo Caserta e la collaborazione della prof.ssa Gabriella Gangemi, entrambi soci del Club Serra di Reggio Calabria, Distretto Sicilia Calabria, hanno aderito l’I.C. “Raffaele Piria” di Scilla, l’I.C. “Telesio-Montalbetti” ed il Liceo Scientifico “A. Volta di Reggio Calabria.
Dall’I.C. “R. Piria” di Scilla, dirigente scolastico, dott.ssa Daniela Panzera, hanno partecipato 24 alunni della Primaria e 10 alunni della Secondaria di Primo Grado. Dall’I.C. “Telesio-Montalbetti” di RC, Dirigente Scolastico, dott.ssa Marisa Maisano, hanno partecipato 2 alunni della Secondaria di Primo Grado, mentre, dal Liceo Scientifico “A. Volta”, Dirigente Scolastico, Dott.ssa Maria Rosa Monterosso, hanno partecipato 53 alunni.
Alla cerimonia di premiazione che si è svolta, giovedì 19 maggio, nel Salone del Seminario Arcivescovile Pio XI di Reggio Calabria alla presenza di S. E. mons. Fortunato Morrone, sono stati presenti i soci serrani reggini che dal 2003 operano accanto al Seminario per il sostegno delle vocazioni sacerdotali e della vita consacrata, don Antonino Pangallo il Rettore, i dirigenti scolastici, gli insegnanti, gli alunni e gli studenti premiati accompagnati dai genitori, parenti ed amici.
L’Arcivescovo di Reggio Bova, mons. Morrone nel suo intervento, rifacendosi al titolo del Concorso, ha esortato i ragazzi ed i giovani a prendersi cura di se stessi perché ognuno di loro sono unici e irripetibili. Solo se ci prendiamo cura di noi stessi possiamo prenderci cura degli altri.
Don Antonino Pangallo, il Rettore, rivolgendo a nome della Comunità del Seminario reggino il saluto di benvenuto ai convenuti, ha sottolineato che il Seminario appartiene alla città, è dentro la città. Esso è il luogo della preghiera! Il luogo dove si formano i nuovi sacerdoti della nostra Diocesi. Per tutti coloro che vogliono venire a trovarci le porte sono sempre aperte.
Il presidente del Club Serra di Reggio Calabria, Oreste Arconte, dopo aver ringraziato l’arcivescovo per la sua preziosa presenza, il Rettore del Seminario per l’ospitalità, i Dirigenti Scolastici e il corpo insegnanti per aver accolto con entusiasmo la proposta, gli alunni e tutti i presenti, ha svelato la figura di san Junipero Serra al quale si ispira il Club. Arconte ha ricordato, inoltre, che il Club nasce negli Stati Uniti all’inizio del secolo scorso e oggi è diffuso in tutti i cinque Continenti del Pianeta. Conclude spiegando le sue nobili finalità.
I premiati, ai quali è stato consegnato un diploma ed un premio in danaro sono:
Per la Scuola Primaria Sara Sofi della II/A e Salvatore Carbone della IV/A dell’I.C. “R. Piria” di Scilla. Per la Secondaria di Primo Grado Domenico Massara III/D dell’ I.C. “Telesio-Montalbetti” Di Reggio Calabria e Miryam Fatima Pontillo III/A dell’I.C. “R. Piria” di Scilla. Per il Liceo Scientifico “A. Volta” Martina Camilla Felicissimo I/D e la Classe IV/C.
La Manifestazione si è conclusa con la Santa Messa, celebrata nella Cappella Maggiore del Seminario e la conviviale con i seminaristi a chiusura dell’anno sociale 2021/2022.

Incontro per la pace al Serra Club di Reggio Calabria

Ieri sera al Seminario Arcivescovile Pio XI di Reggio Calabria il Club Serra si è incontrato prima con il Rettore, don Nino Pangallo per continuare il percorso formativo sinodale discutendo il brano degli Atti degli Apostoli 15.
Don Nino ha posto l’attenzione sul concetto di crisi.
La parola non deve né scandalizzare, né spaventare perché è dalle crisi che nascono percorsi di rinnovamento sia dello Spirito che sociale.
Rinnovamento, ha ribadito don Nino, significa trovare il giusto equilibrio tra tradizione e modernità.
Cioè, sapere comunicare il valore dei principi fondamentali in una società che cambia senza chiudersi in atteggiamenti farisaici e intransigenti.
Ma, modernità non significa neanche rifiutare la tradizione che rappresenta le radici sulle quale le future generazioni devono trarre la linfa vitale e la forza per comunicare la Parola, il Verbo, il Vangelo e conoscere e far conoscere che Dio ci ama e facciamo, tutti, parte del Suo progetto di Salvezza.
Ringraziamo sempre il Rettore per l’affetto e l’attenzione che riserva sempre a noi serrani.
A seguire don Aldo Ripepi, Cappellano Militare, nella Cappella Maggiore del Seminario dedicata all’apostolo Paolo, ha celebrato la Messa della Pace e si è pregato il Cuore di Maria perché presto faccia cessare le armi nel mondo e porre fine alla guerra in Ucraina.
Alla fine della Cerimonia Eucaristica i Serrani hanno consegnato in dono ai cinque seminaristi, Vincenzo Attisano, della parrocchia di S. Dionigi di Catona, Jean Bosco Ranovelomiandrisoa, Narindra Tsiriniaina Urlick della diocesi di Moronda, Madagascar, Michele Tambellini della parrocchia di S. Pio X, Giovanni Zappalà della parrocchia di Di Santa Maria del Divin Soccorso che, domenica 20 marzo scorso, S.E. mons. Fortunato Morrone li ha consacrati Diaconi, i tre volumi di don Antonino Denisi, Decano della Diocesi Reggio Bova, sulla Storia della Chiesa Reggina dal 1500 ad oggi.

Incontro del Serra Club di Reggio Calabria con la Comunità dei Missionaria di Villaregio

Incontro di Formazione con padre Giancarlo Pivanello della Comunità Missionari di Villaregio.

“ Se il Signore è veramente il Figlio di Dio, è Dio ed è morto per noi, allora io, posso vivere per lui e chiedo di essere battezzata. Così ci racconta padre Giancarlo Pivarello della Comunità Missionaria di Villaregio di una ragazza musulmana che avendo conosciuto Gesù attraverso la conoscenza del Vangelo che una sua compagna di religione cattolica ogni giorno le leggeva a scuola. Ecco il coraggio della fede scaturita dalla forza della parola del Vangelo.
Una discussione molto interessante si è intavolato con Padre Gianfranco toccando le concrete difficoltà che un missionario affronta quando si trova in luoghi dove ancora la parola di Cristo non è arrivata e bisogna fare i conti con le radicate tradizioni, le superstizioni e la presenza degli spiriti maligni inculcati dagli stregoni.
Padre Giancarlo è stato presentato dal rettore don Nino Pangallo, spiegandoci che il padre missionario è in giro promozionale per far conoscere la loro Comunità religiosa e da qualche giorno è ospite del nostro Seminario.
La comunità Missionaria di Villaregio è una Comunità cattolica fondata in Italia nel 1981 e dal 26 maggio 2002 è di Diritto Pontificio. Essa composta da laiche e laici, sacerdoti e consacrate/i , coppie di sposi e singoli di diversa nazionalità.
Dopo la piacevole chiacchierata la serata si è conclusa con la celebrazione della Santa Messa nella Cappella Maggiore del Seminario.

I serrani di Oppido e di Reggio al Pio XI per gli auguri di Natale

Un giornata speciale è stata quella di martedì 21 us per il Club Serra di Reggio Calabria che, in occasione della conviviale organizzata in occasione delle festività di Natale e gli auguri di Fine Anno, ha invitato i serrani di Oppido M. – Palmi. Sezione costituita a luglio di quest’anno, sotto la guida del presidente, prof.ssa Antonietta Bonarrigo e del cappellano, il vescovo, mons. Francesco Milito.
I serrani di Oppido Palmi sono stati accompagnati dalle Suore Missionarie del Catechismo, fondate, con i padri Missionari dell’Evangelizzazione, da padre Vincenzo Idà, dal rettore del seminario minore di Oppido, don Giancarlo Musicò e da un gruppo di giovani seminaristi.
Il presidente del Club Serra International reggino, Oreste Arconte, ha ricevuto gli ospiti nel primo pomeriggio in Curia per la visita al Museo Diocesano “mons. Aurelio Sorrentini”. Visita guidata dalla direttrice Lucia Lojacono. A seguire li ha accompagnati in via Miraglia presso la chiesa gentilizia “Dei Bianchi” per ammirare il presepe meccanizzato allestito dal maestro Sapone.
In Seminario sono stati accolti dal Rettore don Nini Pangallo e dal suo vice don Emanuel Mbamba che gli hanno fatto conoscere il Seminario. Imponente struttura costruito nel 1933 dal Papa Pio XI come Seminario Pontificio. Dismesso nel 1954, fu riaperto come Seminario Arcivescovile nel 1990 da mons. Vittorio Mondello secondo le indicazioni del suo predecessore, l’arcivescovo mons. Aurelio Sorrentino.
Mentre l’architetto Ignazio Ferro e don Angelo Battaglia, il padre spirituale, hanno illustrato ai convenuti il significato dei simboli liturgici ed evangelici presenti nei mosaici della Cappella maggiore restaurata ai tempi di mons. Santo Marcianò, rettore.
Alla concelebrazione Eucaristica presieduta da don Nino Pangallo, hanno partecipato fra gli altri sacerdoti, il decano del capitolo diocesano mons. Antonino Denisi e il rettore del seminari minore di Oppido don Gianluca Musicò.
La serata si è conclusa con la cena conviviale, preparate dalle donne serrane reggine guidate dalla notaio Alessandra Maltese, lo scambio degli auguri di Buon Natale e di Buone Feste e la consegna dei doni ai seminaristi.
Il presidente Arconte e la presidente Bonarrigo si sono congedati con la promessa che questo incontro è solo l’inizio di una futura e proficua collaborazione tra i due Club svolgere con più profitto il servizio a favore delle vocazioni sacerdotali e religiose nelle rispettive diocesi.

 

La Conviviale del Serra Club di Reggio Calabria con i Seminaristi

Ieri sera, 23.novembre 2021, presso il Seminario Maggiore Arcivescovile Pio XI di Reggio Calabria si è svolto il secondo incontro programmato del Club Serra reggino.

L’incontro, che prevedeva la S. Messa e la cena con i seminaristi e i loro formatori, è stato arricchito dalla gradita e inaspettata presenza di S. E. Mons. Marie Fabie, vescovo della diocesi di Morondava, in Madagascar.

Mons.Marie Fabier, fu ordinato sacerdote da mons. Antonino Scopelliti, vescovo emerito di Ambatondrazaka in Madagascar, è nativo di Gallico dove ha prestato il suo servizio pastorale per più di 50 anni.

Mons. Fabier è venuto a Reggio in visita ai suoi seminaristi che si stanno formando proprio nel nostro seminario e due di loro, Francesco d’Assisi Ratsimbazafy e Onjaniaina Ferdinando Razafimamonjy, assieme ad altri tre seminaristi reggini, giorno 4 dicembre nella Basilica Cattedrale di Reggio, saranno consacrati Diaconi da S. E. Mons. Fortunato Morrone, arcivescovo di Reggio -Bova.

Durante la cena, seguita alla Cerimonia Eucaristica presieduta da mons. Marie Fabien, il presidente Oreste Arconte ha presentato la dott.ssa Domenica Romeo, in Cianci, la prof.ssa Caterina Araniti, la dott.ssa Katy Pensabene e i coniugi avv. Santo Delfino e Mariangela Marcianò che da quest’anno sono entrati a far parte della famiglia serrana condividendone le finalità e gli scopi ed ha salutato con grande affetto il ritorno della prof.ssa Gabriella Gangemi, socia fondatrice.

Don Nino Pangallo, il Rettore, con una preghiera e la benedizione ha congedato i convenuti che si sono dati appuntamento al seminario, loro sede naturale, il 7 dicembre prossimo per l’incontro di formazione.

Club di Reggio Calabria. Incontro con la Governatrice

In un clima di festosa amicizia si è svolta la visita al club Serra di Reggio Calabria della  Governatrice del Distretto Sicilia-Calabria prof. Maria Lo Presti.

L’ occasione  è stata utile per  conoscere i singoli soci del club ed informarsi circa le attività effettuate, quelle in atto e quelle programmate.

Prima dell’incontro, nella Cappella Maggiore del Seminario Arcivescovile i serrani  hanno assistito alla S. Messa officiata dal Rettore Mons. Salvatore Santoro.

Subito dopo, in una sala attigua, nell’incontro con il Direttivo ed i soci, il presidente prof. Antonino Gatto ha illustrato alla Governatrice le numerose attività svolte dal club finalizzate al raggiungimento degli obiettivi statutari e quelle che saranno realizzate entro il termine di quest’anno sociale.

Ricordando quanto il club Serra sia impegnato nel diffondere una cultura fortemente ispirata  ai principi della fede cattolica e nel promuovere, quindi,  un ambiente favorevole  alle vocazioni, in particolare quelle  al sacerdozio e alla vita consacrata.

A riguardo, ha salutato come graditi ospiti alcuni componenti del comitato promotore del Club Serra della vicina diocesi di Oppido-Palmi che il club reggino  ha sponsorizzato e promosso.

La Governatrice ha molto apprezzato l’operato del  club raccomandando, nel contempo, di voler sperimentare anche attività in grado di portare il Serra  fuori dell’ambito tradizionale in confronto e competizione con altre realtà associative cattoliche  o di altro ed alto profilo culturale.

E’ seguito il tradizionale convivio con i seminaristi  e l’équipe formativa al termine del quale il Rettore Mons. Santoro ha ringraziato il Serra Club per l’attività che svolge a favore del Seminario.

Il presidente prof.  Antonino Gatto, a ricordo della visita, ha, quindi, regalato alla Governatrice un libro d’arte sulla Città Metropolitana di Reggio e una artistica ceramica di Seminara.

Reggio Calabria. Consegna della borsa di studio della FIBJS

Nell’ambito del programma di incontri formativi, i soci del Club Serra Reggio Calabria, hanno partecipato nell’Aula Magna del Seminario Arcivescovile ad un incontro sui Beati Maria e Luigi Beltrame Quattrocchi, organizzato dalla Parrocchia Santa Maria del Buon Consiglio di Ravagnese. Relatore è stato Carlo Fusco, Avvocato Rotale e postulatore della causa della loro canonizzazione.
L’incontro è stato una provvidenziale occasione per conoscere la vita e le opere dei due primi coniugi a ricevere gli onori degli altari. E per riflettere sul valore del matrimonio come possibile via alla santità attraverso una vita ordinaria nella fede e nell’impegno civile.
E’ seguito il consueto incontro conviviale con i seminaristi nel corso del quale il presidente Prof. Antonino Gatto ha consegnato una targa ricordo al Rettore Mons. Salvatore Santoro in occasione del 25° anniversario della sua ordinazione sacerdotale. Successivamente la past-President, notaio Alessandra Maltese, ha comunicato l’avvenuta assegnazione di una borsa di studio della Fondazione Serra al Seminarista Danilo Latella.