Articoli

Club Siena. Riunione Formativa e di Preghiera in Videoconferenza in Pandemia da Coronavirus

L’Emergenza Sanitaria “ Pandemia da Coronavirus”  in corso in Italia e nel Mondo ha costretto la popolazione  a stare in casa per via del lockdown ed ha indotto ampie fasce di persone  ad utilizzare, spesso per la prima volta, strumenti digitali che consentono di collegarsi con il mondo esterno, anche per proseguire la propria attività. Questi social media  svolgono un duplice ruolo sia di strumento di informazione che di mezzo di contatto con altre persone come amici, parenti, colleghi di lavoro o altri.

La pandemia da Coronavirus sta modificando inevitabilmente le nostre abitudini di vita e purtroppo continuerà a farlo, compreso il nostro atteggiamento online, con un notevole aumento dell’uso dei social media.

Dalle numerose telefonate , messaggi, Email  intercorse tra i Soci del Club Serra di Siena durante questo periodo di Quarantena si era palesemente evidenziato un senso di abbandono, isolamento, di tristezza, di voglia di Convivialità sia materiale che spirituale.

La libertà è come l’aria: ci si accorge quando comincia a mancare!... Continua a leggere

Club di Siena. Inizia il nuovo anno sociale

Lunedì 23 settembre u.s. ha preso il via l’anno sociale 2019/2020 del Serra Club di Siena, un sodalizio che si avvia a celebrare i quasi 40 anni di attività e che ha  dato e continua ad offrire bravi dirigenti agli organi nazionali del Serra. Nella tradizionale cappella della villa di Santa Regina, sede dell’Opera intestata a Bianca Piccolomini Clementini, il nuovo arcivescovo della diocesi di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino, mons. Augusto Paolo Lojiudice, ha celebrato la santa messa, durante la quale, nell’omelia, ha tracciato le linee di riferimento dell’attività formativa che verrà sviluppata fino al prossimo giugno secondo il calendario mensile messo a punto dal Presidente del club dott. Giovanni Di Maggio e dai suoi collaboratori. L’arcivescovo, proprio nel giorno in cui si venerava San Pio da Pietralcina, ha raccomandato ai soci di caratterizzare la propria vita dando testimonianza del Vangelo e di sostenere le vocazioni sacerdotali con la continua preghiera. L’affollata serata si è conclusa con una ricca conviviale alla quale hanno partecipato, altre ai soci del club, molti amici invitati in rappresentanza di altri club e associazioni cattoliche.

Enzo Martinelli

 

Club di Siena. I giovani si raccontano e animano la conviviale

Il Serra Club di Siena ha trascorso un’interessante serata sabato 23 marzo presso la Parrocchia del Beato Bernardo Tolomei, retta dal Don Claudio Rosi, Cappellano del Club.

Si tratta di una realtà ecclesiale molto attiva, con un oratorio frequentato da numerosi adolescenti che, divisi in due squadre, hanno gareggiato in cucina, sottoponendo al palato dei serrani le loro raffinate pietanze, preparate con l’ausilio di due chef professionisti.

Cibo di prima qualità, servizio impeccabile, preparazioni raffinate, alla fine una scheda per esprimere il voto e lo scrutinio con successiva premiazione alla squadra vincente, con pari festeggiamenti di quella perdente in un clima di vivacissima simpatia reciproca.

Finito l’aspetto ludico i ragazzi e le ragazze hanno risposto alla riflessioni che erano state loro proposte con un questionario preparato dal Club e consegnato giorni prima ai laici animatori dell’oratorio, occasione per capire la grande attenzione che gli adolescenti riservano al messaggio di Cristo e la fiducia con la quale attendono esempi e insegnamenti dai “grandi”.

Molta profondità nei concetti espressi con schiettezza e disinvoltura, grande maturità nel valutare con giudizio il loro mondo social e tanto contagioso entusiasmo nei loro propositi.

Sono guidati da Don Antonio, giovane Sacerdote della Diocesi di Siena, carismatico e pragmatico: pochi riferimenti astratti e molta concretezza nell’invito a vivere dovunque ed ogni giorno la Fede in Dio, che in genere decresce con l’età e che, invece, deve mantenere la giocosa radicalità propria degli adolescenti.

Presenti numerosi ospiti anche in rappresentanza dei Club Service cittadini.

Un grazie al fantasioso ed attivissimo Presidente Giovanni Di Maggio che ha procurato, con semplicità ed accuratezza, una serata davvero giovane, più che sui giovani, destinata a sortire benefici effetti su un Club che proprio giovane non è.

Ad maiora!

 

Antonio Ciacci