Quando l’arte incontra la fede. Un ricordo del pittore e scultore Paolo Pezzato

Pubblichiamo il contributo di Viviana Normando del Serra Club di Roma, in occasione del trigesimo del pittore e scultore Paolo Pezzato.

GMV 2019. Il Messaggio di Papa Francesco

Messaggio per la 56ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni 2019

Il coraggio di rischiare per la promessa di Dio

Cari fratelli e sorelle,

dopo aver vissuto, nell’ottobre scorso, l’esperienza vivace e feconda del Sinodo dedicato ai giovani, abbiamo da poco celebrato a Panamá la 34ª Giornata Mondiale della Gioventù. Due grandi appuntamenti, che hanno permesso alla Chiesa di porgere l’orecchio alla voce dello Spirito e anche alla vita dei giovani, ai loro interrogativi, alle stanchezze che li appesantiscono e alle speranze che li abitano.

Proprio riprendendo quanto ho avuto modo di condividere con i giovani a Panamá, in questa Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni vorrei riflettere su come la chiamata del Signore ci rende portatori di una promessa e, nello stesso tempo, ci chiede il coraggio di rischiare con Lui e per Lui. […]

 

In preparazione alla Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni – 12 maggio 2019

56° Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni

Domenica 12 Maggio  2019

“Come se vedessero l’invisibile” (EG 150)

Questo è lo slogan che veicola il tema della prossima Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni che si celebra in tutto il mondo la 4° Domenica dopo Pasqua. L’Italia ha scelto il versetto della Evangelii Gaudium , 150 per proporre alle comunità locali una serie di riflessioni e spunti tematici per la celebrazione della Giornata.

*L’espressione: ” Come se vedessero l’invisibile”  segna il passaggio di testimone da un testo all’altro. Evangelii gaudium (n. 150) riprende la frase di Paolo VI in Evangelii nuntiandi  (n. 76). Questi, a sua volta, cita un passo della Lettera agli Ebrei (11,27). Evidentemente, la frase è così carica di significato da essere ripresa più volte e riproposta da un documento all’altro.

La sapienza umana riconosce che l’essenziale è invisibile (Lao-tzu). Anche la sapienza biblica invoca frequentemente la manifestazione del volto inaccessibile e ineffabile di Dio (cfr. Es 33,18; Sal 27,8). Benedetto XVI addirittura afferma che «il desiderio di conoscere Dio realmente, cioè di vedere il volto di Dio è insito in ogni uomo, anche negli atei»

Ma è il cristiano, l’uomo dagli occhi penetranti, a scorgere i riflessi di quel volto nella storia (???????), a osservare attentamente il kronos e a cogliere il kairos come tempo di vocazione, di grazia, e di missione (???????). Così egli “vede” il volto di Dio nel tempo (eidein).

Omelia di Vito Angiuli, Vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, nella Messa celebrata al Convegno Nazionale Vocazionale, Roma 4 gennaio 2019. (apri e scarica il documento completo in allegato alla pagina)

Fonte: sito internet dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni

“VOI GIOVANI OGGI! SIETE L’ADESSO DI DIO”

Nell’Omelia della S. Messa conclusiva di questa entusiasmante GMG a Panama, Papa Francesco ha consegnato ai settecentomila giovani presenti al Campo San Juan Pablo un messaggio ricco di motivazioni e un pressante invito ad affrontare la vita di oggi! con determinazione e con coraggio.

Il giorno precedente, l’intensissimo programma di incontri e visite del Santo Padre era terminato con una Veglia di Preghiera, nella quale Papa Francesco ha esortato i giovani a dire “si” come Maria e partecipare, tramite Lei, e con Lei “influencer”, alla storia d’amore del Signore.

Per l’approfondimento di Vatican News clicca qui.

Il Papa ai giovani: avanti insieme, ma non per una Chiesa divertente o “cool”

Inaugurazione ufficiale della GMG al Campo Santa Maria la Antigua.

Papa Francesco ha dato il via alla XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù con un discorso davanti a una folla di circa 250 mila giovani provenienti da tutto il mondo.

In uno dei passaggi più significativi , Francesco assicura ai ragazzi che «Pietro e la Chiesa camminano con voi e vogliamo dirvi di non avere paura, di andare avanti con questa energia rinnovatrice e questo desiderio costante che ci aiuta e ci sprona ad essere più gioiosi, più disponibili, più “testimoni del Vangelo”. Andare avanti non per creare una Chiesa parallela un po’ più “divertente” o “cool” in un evento per giovani, con un po’ di elementi decorativi, come se questo potesse lasciarvi contenti. Pensare così sarebbe mancare di rispetto a voi e a tutto quello che lo Spirito attraverso di voi ci sta dicendo».

Ed ancora, il Papa dice ai ragazzi che «Voi, cari amici, avete fatto tanti sacrifici per potervi incontrare e così diventate veri maestri e artigiani della cultura dell’incontro. Voi con questo diventate maestri e artigiani della cultura dell’incontro, che non è “Ciao, come va? Ciao, a presto”. No, la cultura dell’incontro è quella che ci fa camminare insieme con le nostre differenze ma con amore, tutti uniti nello stesso cammino. Voi, con i vostri gesti e i vostri atteggiamenti, coi vostri sguardi, i desideri e soprattutto la vostra sensibilità, voi smentite e screditate tutti quei discorsi che si concentrano e si impegnano nel creare divisione, quei discorsi che cercano di escludere ed espellere quelli che “non sono come noi”».

Per il Programma della GMG, annunciato dalla Sala Stampa della Santa Sede, clicca qui

Restyling e nuovi contenuti della rivista “Vocazioni”

 

In occasione del Convegno nazionale che si è tenuto a Roma dal 3 al 5 gennaio, don Michele Gianola, Direttore dell’Ufficio Nazionale per la pastorale delle vocazioni, ha presentato la rivista Vocazioni, che da oggi è stata completamente rinnovata nella sua veste grafica e nell’organizzazione interna dei contenuti.

Riportiamo il comunicato ufficiale riportato nel sito dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni:

“Vocazioni” 2019 abbonamento online

Con il nuovo anno la Rivista Vocazioni rinnova il suo look nei contenuti e negli studi.

Puoi fare l’abbonamento online su:  vocazioni.store;

per il nuovo portale web  vocazioni.online, potrai consultarlo il prossimo mese 

E’ uscito con il mese di Gennaio il nuovo numero della Rivista “VOCAZIONI”! Rivista bimestrale a cura dell’Ufficio Nazionale. Tutta nuova nella forma, nel restyling e nei contenuti!!!

Le nuove rubriche diventano strumenti utili a servizio della pastorale, che vuole essere tutta vocazionale:

Il tesoro dello scriba  offre testi di autori spirituali d’Occidente e d’Oriente;

La porta accanto  racconta la santità come paradigma per riconoscere le dinamiche della vocazione cristiana;

Assaggi d’Autore  offre una carrellata dei diversi carismi nella Chiesa;

On my way  informa su  alcuni linguaggi contemporanei  utilizzati via web;

Di terra nuova fa scoprire  e conoscere nuovi luoghi, dove l’arte del territorio viene valorizzata e spiegata ai lettori.

Si aggiungono tre inserti, che sono  letture brevi che lanciano spunti, strumenti, notizie per riflettere….

Un  nuovo strumento  prende vita anche sul web, scopri il nuovo portale VOCAZIONI.ONLINE  (in costruzione e pronto per il 14 Febbraio)  dedicato al tema ‘vocazione’ rendendo i singoli articoli, dal 1984 ad oggi,  accessibili attraverso un motore di ricerca, più semplice.

Si possono inoltre  trovare altri materiali e strumenti non inseriti sul cartaceo ma solo sul web, che approfondiscono  e indicano ulteriori spunti.

Nel segno della pace

Inizia nel segno della pace il nuovo anno liturgico. Come da tradizione, infatti, il 2019 si è aperto con la celebrazione della Giornata Mondiale della Pace, una ricorrenza che la Chiesa cattolica dedica ogni primo dell’anno alla riflessione e alla preghiera per la pace. Una ricorrenza istituita da Papa Paolo VI che ha visto la prima edizione il 1 gennaio 1968.

Il tema scelto quest’anno da Papa Francesco e riportato sul suo messaggio, diffuso dalla Santa Sede l’8 dicembre 2018, per l’apertura della 52^ Giornata Mondiale della Pace è: “La buona politica al servizio della pace”. […]

Continua a leggere.

Cosimo Lasorsa

Convegno Nazionale Vocazionale 2019

Si è tenuto a Roma il Convegno Vocazionale promosso dall’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni, con la partecipazione di un folto gruppo di Serrani.

Il Convegno si è articolato in quattro distinti momenti tematici:

  • Vedere l’Invisibile;
  • Guardare la realtà;
  • Riconoscere la Santità;
  • Scegliere il futuro.

Il programma di lavori è stato intenso e ricco di interessantissime relazioni, alcune di queste riprese e commentate in un articolo di Paola Poli, Vice Presidente Nazionale Vocazioni di Serra Italia.
Molto apprezzato l’intervento del Presidente del Serra Enrico Mori, il quale rivolgendo il suo saluto all’assemblea ha saputo trasmettere con entusiasmo e con chiarezza lo spirito che anima il movimento Serra nel suo lavoro al servizio delle vocazioni.

 

Discorso del Papa ai seminaristi di Agrigento

Sabato, 24 novembre 2018 il Santo Padre Francesco ha tenuto un discorso ai Seminaristi della diocesi di Agrigento, presso la Sala del Concistoro.

Eccone un estratto

[…] Il vescovo deve conoscervi così come siete: ognuno ha la propria personalità, il proprio modo di sentire, il proprio modo di pensare, le proprie virtù, i propri difetti… Il vescovo è padre: è padre che aiuta a crescere, è padre che prepara per la missione. E quanto più il vescovo conosce il prete, tanto meno ci sarà pericolo di sbagliare nella missione che darà. Non si può essere un buon prete senza un dialogo filiale con il vescovo. Questa è una cosa non negoziabile, come piace dire a qualcuno.

“No, io sono un impiegato della Chiesa”. Hai sbagliato. Qui c’è un vescovo, non c’è un’assemblea dove si negozia il posto. C’è un padre che fa l’unità: così Gesù ha voluto le cose. Un padre che fa l’unità. E’ bello quando Paolo scrive a Tito, a Tito che ha lasciato a Creta, per “sistemare” le cose. E dice le virtù dei presbiteri, del vescovo e dei laici, anche dei diaconi. Ma lascia il vescovo per sistemare: sistemare nello Spirito, che non equivale a sistemare nell’organigramma. La Chiesa non è un organigramma. E’ vero che a volte usiamo un organigramma per essere più funzionali, ma la Chiesa va oltre l’organigramma, è un’altra cosa: è la vita, la vita “sistemata” nello Spirito Santo. […]