Articoli

Benvenuto al Serrano più piccolo d’Italia

Il distretto 73 Puglia-Basilicata e, nello specifico, il Club di Lucera-Troia partecipa con gioia alla nascita del piccolo Giuseppe, figlio di due giovani serrani lucerini, Emanuela Abate e Vito De Girolamo, ai quali rivolgiamo i nostri auguri ricolmi di affetto.

In un periodo così critico, pervaso dalla tristezza e dalla malinconia, risuona ancor più forte il vagito di un neonato, un magnifico dono di gioia e segno del mistero della vita che continua e della speranza che rinasce. La natalità è il vero miracolo che salva il mondo e la coppia di sposi generatrice di vita è l’emblema concreto della Trinità di Dio, che è comunione d’amore.

San Giovanni Paolo II ci ricorda che “Il nostro Dio, nel suo mistero più intimo, non è solitudine, bensì una famiglia, dato che ha in sé paternità, filiazione e l’essenza della famiglia che è l’amore”. La famiglia cristiana è, dunque, al tempo stesso specchio e dimora della Trinità divina e, solo se lasciamo che Dio abiti con noi e in noi, le fondamenta della nostra casa poggeranno su una roccia e i fgli saranno come “pietre vive” e cresceranno come “virgulti d’ulivo”.

Compito precipuo di noi serrani, pertanto, non è soltanto quello di promuovere le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata, ma alla vita nella sua totale pienezza, cercando di inculcare nelle menti dei giovani la consapevolezza che ognuno di noi è vocatus a realizzare una missione specifica affidataci dal Padre Celeste. Anche il matrimonio, quindi, è una vocazione, una risposta alla chiamata di Dio e i due coniugi, parafrasando Papa Francesco, sebbene navighino spesso in un mare agitato dalle burrasche, intenti a remare su una barca instabile, tuttavia non potranno mai naufragare, se il timoniere è Gesù Cristo.

Francesca Mignogna, Vice Presidente alle Comunicazioni del Serra Club Lucera-Troia

Mons. Giuliano e il Club di Lucera-Troia

Domenica 20 Dicembre presso la cappella del Seminario Diocesano di Lucera, il Serra Club di Lucera-Troia si è ritrovato per partecipare alla Celebrazione Eucaristica di Natale presieduta dal Vescovo della Diocesi di Lucera-Troia, Sua Eccellenza Mons. Giuseppe Giuliano, insieme al cappellano don Pio Zuppa e al Rettore del Seminario don Antonio Moreno. La partecipazione alla Santa Messa, alla quale ha pure partecipato la Governatrice del Distretto Filly Franchino,  è stata resa ancor più viva e gioiosa per la presenza di un seminarista diocesano, frequentante il seminario propedeutico, che ha da poco cominciato il suo cammino di formazione verso il sacerdozio e che ha allietato la celebrazione con la musica e il canto. Nel saluto e nel ringraziamento al Vescovo per la sua costante disponibilità, il Presidente del club ha auspicato come il ritornare a celebrare tutti insieme la Messa del Santo Natale, dopo due anni di assenza “forzata” a causa della pandemia, sia segno tangibile di quel ritorno alla normalità, pregato e desiderato da tutti. Anche la presenza del seminarista non faccia a nessun serrano dimenticare mai il ruolo dell’appartenenza al club: pregare sempre per le vocazioni. Mons. Giuliano, nella sua omelia, ha voluto, a nome di tutta la Chiesa Cattolica, ringraziare il Serra Club per le sue preghiere per le vocazioni e per il suo aiuto, anche materiale, verso il seminario e i seminaristi. Ha voluto, poi, sottolineare come la preghiera del serrano sia sempre rivolta non verso la quantità delle vocazioni, ma verso la qualità: vocazioni, insomma, che, se anche poche, siano, però, sempre sane e sante. Nel saluto finale, prima della benedizione, l’invito, ancora, da parte di Sua Eccellenza a non aver paura di voler bene alla Chiesa Cattolica e a questa Chiesa Diocesana di Lucera.

Antonio Cataldo Miscioscia

Club di Lucera-Troia. Premiazione del Contest Fotografico #Guardo senza filtri

Sabato 6 novembre 2021, è avvenuta la premiazione del contest fotografico promosso dal Serra Club di Lucera-Troia e dalla Fondazione Italiana Beato Junipero Serra, alla quale hanno partecipato il Vescovo, Mons. Giuliano, ed un folto numero di ragazzi. Continua a leggere

Ultim’ora: prorogata la data ultima per l’invio delle foto per il Contest #GuardoSenzaFiltri

A causa della situazione contingente, il Presidente della Fondazione Beato Junipero Serra ed  la Governatrice del Distretto 73 hanno deciso di prolungare al 31 Marzo il tempo utile per l’invio delle fotografie del Contest Fotografico.

 

scarica il modulo di iscrizione in pdf

MODULO DI ISCRIZIONE (formato docx)

SCARICA IL REGOLAMENTO fondazione

 

#GuardoSenzaFiltri – Contest Fotografico del Distretto 73 Puglia-Basilicata e della Fondazione Italiana Beato Junipero Serra

Il Distretto 73 Puglia-Basilicata del Serra International Italia, guidato dal suo Governatore Filly Franchino, e la Fondazione Italiana Beato Junipero Serra del Serra International Italia, guidata da Marco Crovara, bandiscono il concorso fotografico  #GuardoSenzaFiltri; tema di questa prima edizione è  “L’altro oltre la paura”. “La tristezza è lo sguardo rivolto verso se stessi”. Il Contest è finalizzato a promuovere la cultura dell’incontro contro ogni forma di isolamento. “In questo tempo di pandemia, abbiamo cominciato a diffidare di chi ci è accanto e contro ogni nostro più innato istinto di essere sociali, ci stiamo accorgendo che nessuno appartiene più  a nessuno, poiché temiamo anche un caloroso saluto o diffidiamo di un semplice accostarsi ad un amico. Viviamo nel cospetto che l’altro-da-me   – chiunque esso sia -, col suo stare nella nostra vita, possa nuocere alla nostra salute”.  Papa Francesco, attraverso la sua nuova lettera enciclica Fratelli tutti, ci riporta quanto già affermato in un incontro del 2013:  «L’isolamento e la chiusura in se stessi o nei propri interessi non sono mai la via per ridare speranza e operare un rinnovamento, ma è la vicinanza, è la cultura dell’incontro. L’isolamento, no; vicinanza, sì. Cultura dello scontro, no; cultura dell’incontro, sì». Il giovane Beato Carlo Acutis diceva: ” La tristezza è lo sguardo rivolto verso se stessi”.   Occorre quindi ripartire da questa verità per ritrovarci e rinnovarci. Perché se è vero che stiamo perdendo tanto in umanità, più che in salute, è anche vero che possiamo risollevarci  a partire  proprio da questo invito. Perché non tutto è ancora perso e qualcosa di buono  ancora ci è rimasto[1].

Il Contest è aperto incondizionatamente a tutti coloro che desiderano parteciparvi, a prescindere dall’età e dalla residenza anagrafica. E’ stato altresì istituito un premio speciale per gli under 21. Ogni partecipante, attraverso la fotografia, racconterà di un incontro, di uno sguardo, di un vissuto legati al periodo della pandemia e da cui  sia scaturita un’emozione  che faccia riflettere contro ogni forma di isolamento, o dalla quale emergano il coraggio e la sfida della ripartenza. E’ possibile scaricare  il Regolamento e il Modulo di iscrizione da  www.serraclubitalia.it e dalla pagina Facebook  del Serra International Italia.

Antonio Cataldo Miscioscia

[1] Da Agenzia SIR – editoriale del 4.11.2020 di Piergiorgio Aquilino

 

scarica il modulo di iscrizione in pdf

MODULO DI ISCRIZIONE (formato docx)

SCARICA IL REGOLAMENTO fondazione